Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cardiologia, mancano medici: a Montebelluna salta visita attesa per un anno

Reparto in emergenza assoluta Oltre al primario non ci sono  due specialisti e altri due sono stati assenti per malattia L’attacco di Alternativa Giusta 

MONTEBELLUNA. «Un paziente in attesa da un anno di una visita cardiologica a Montebelluna per controllo a distanza dopo ciclo riabilitativo post inserimento di stent coronarici, riceve una telefonata dalla cardiologia: “L’appuntamento è stato disdetto per mancanza di medici; chiameremo noi”»: è la denuncia di Fernanda Favotto, medico di professione e consigliere comunale di Alternativa Giusta, che solleva ancora una volta la problematicità della cardiologia del San Valentino per carenza di p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEBELLUNA. «Un paziente in attesa da un anno di una visita cardiologica a Montebelluna per controllo a distanza dopo ciclo riabilitativo post inserimento di stent coronarici, riceve una telefonata dalla cardiologia: “L’appuntamento è stato disdetto per mancanza di medici; chiameremo noi”»: è la denuncia di Fernanda Favotto, medico di professione e consigliere comunale di Alternativa Giusta, che solleva ancora una volta la problematicità della cardiologia del San Valentino per carenza di personale.

Va ad aggiungersi alle criticità che aveva rilevato in precedenza il gruppo del Pd in un’interpellanza. Fernanda Favotto rivolge anche un suggerimento al sindaco: «L’attivismo e la capacità di coinvolgimento di pubblico e privati per gli affreschi di Villa Pisani potrebbero essere utilizzati anche per risollevare il problema, per insistere sul concorso, per attivare interessamento, per sollecitare la soluzione, per far sentire il fiato sul collo a chi di dovere. Ben venga l’attivismo per Villa Pisani, per gli affreschi, ma ci sia attivismo anche per la cardiologia di Montebelluna (e magari, per anche altri reparti)».

La situazione della cardiologia montebellunese è la seguente e non sembra risolvibile a breve: manca il primario, mancano due medici che si sono trasferiti in altre Ulss e sono mancati altri due medici per lunghe malattie (uno è rientrato il primo settembre, l’altro dovrebbe rientrare entro novembre). In questa situazione di organico è conseguente che le visite di controllo saltano a tempo indeterminato. Cosa è stato fatto per sopperire a queste carenze di organico? I

Intanto va detto che le procedure di selezione del nuovo primario sono sospese in attesa delle nuove schede regionali di dotazione ospedaliera che dovrebbe indicare per la cardiologia di Montebelluna funzioni riabilitative. Sostituire i due medici che si sono trasferiti altrove è risultato impossibile perché nessun cardiologo di altre Ulss ha dato la disponibilità a venire a Montebelluna.

È stato in compenso bandito un concorso per l’assunzione di cardiologi a tempo indeterminato le cui domande scadevano però lunedì scorso. Così si è cercato di sopperire con cardiologi degli ospedali di Treviso e Castelfranco in orario aggiuntivo per i turni di guardia e verrà prossimamente richiesto alla direzione regionale di poter assumere un cardiologo a tempo determinato extra turn over. La conseguente è che le visite di controllo saltano a data da destinarsi.