Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ruba nella sua azienda licenziato e denunciato

MEDUNA DI LIVENZARuba due rubinetti e dei faretti nell’azienda in cui lavora: licenziato e denunciato. I carabinieri della stazione di Fontanafredda (Pordenone) alle ore 12:30 di lunedì scorso sono...

MEDUNA DI LIVENZA

Ruba due rubinetti e dei faretti nell’azienda in cui lavora: licenziato e denunciato. I carabinieri della stazione di Fontanafredda (Pordenone) alle ore 12:30 di lunedì scorso sono intervenuti in un’azienda di produzione e vendita di arredi per bagni con sede in zona industriale di Sacile. Il legale rappresentante aveva colto in flagranza di reato un dipendente che aveva occultato uno scatolone dietro alcuni cassonetti per la raccolta differenziata. L’operaio da tempo tenuto ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MEDUNA DI LIVENZA

Ruba due rubinetti e dei faretti nell’azienda in cui lavora: licenziato e denunciato. I carabinieri della stazione di Fontanafredda (Pordenone) alle ore 12:30 di lunedì scorso sono intervenuti in un’azienda di produzione e vendita di arredi per bagni con sede in zona industriale di Sacile. Il legale rappresentante aveva colto in flagranza di reato un dipendente che aveva occultato uno scatolone dietro alcuni cassonetti per la raccolta differenziata. L’operaio da tempo tenuto d’occhio dai responsabili del personale per comportamenti sospetti, veniva quindi fermato e identificato dai carabinieri: si tratta di un 53enne di Meduna di Livenza, sposato, incensurato. L’uomo ha subito confessato, ammettendo ai carabinieri le proprie responsabilità. «Ho commesso una sciocchezza», si è scusato.

Alle contestazioni dei militari l’operaio di Meduna consegnava lo scatolone contenente due rubinetti del valore complessivo di oltre 500 euro che aveva nel frattempo caricato nel bagagliaio della sua vettura. Gli approfondimenti dei militari permettevano di recuperare anche altro materiale (due faretti del valore complessivo di circa trecento euro) che l’operaio aveva sottratto in precedenza e che analogamente occultava nell’auto.

I materiali rubati sono stati restituiti ai responsabili dell’azienda: oltre a formalizzare la denuncia querela hanno avviato le pratiche per il licenziamento del dipendente. —