Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Anche nella Marca l'operazione "Scuole sicure"

Vertice in Prefettura per presentare l'iniziativa voluta dal ministero dell’Interno per contrastare lo spaccio di droghe tra i banchi

L''operazione "scuole sicure", lanciata dal ministero dell’Interno per contrastare lo spaccio di droghe tra i banchi, arriva nella Marca. Mercoledì mattina infatti si è tenuta in Prefettura una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica cui hanno preso parte le forze dell'ordine, il dirigente dell’ufficio scolastico territoriale, anche i rappresentanti dei Comuni di Treviso, Castelfranco, Conegliano, Mogliano, Montebelluna, Motta, Oderzo, Paese, Villorba, Vittorio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

L''operazione "scuole sicure", lanciata dal ministero dell’Interno per contrastare lo spaccio di droghe tra i banchi, arriva nella Marca. Mercoledì mattina infatti si è tenuta in Prefettura una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica cui hanno preso parte le forze dell'ordine, il dirigente dell’ufficio scolastico territoriale, anche i rappresentanti dei Comuni di Treviso, Castelfranco, Conegliano, Mogliano, Montebelluna, Motta, Oderzo, Paese, Villorba, Vittorio, ossia territori in cui si trovano i maggiori istituti scolastici provinciali.

Il Prefetto di Treviso, Maria Rosaria Laganà, ha in apertura illustrato la direttiva ministeriale la quale, nel rilevare il sentimento di allarme che desta lo spaccio di stupefacenti nei pressi delle scuole, intende contrastare un fenomeno che arreca pericolo alla salute dei giovani e costituisce al contempo una fonte di arricchimento per la criminalità organizzata. “In questa direzione”, ha detto il prefetto, “il dirigente dell’Ufficio scolastico sensibilizzerà i dirigenti scolastici affinché tutti gli operatori scolastici segnalino tempestivamente ogni fatto di rilievo rispetto alla problematica in argomento e perché siano organizzati eventi di formazione dei giovani con la collaborazione degli enti locali, delle forze di polizia e dei SERD territoriali che il Prefetto si è impegnato a coinvolgere".