Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Pistola contro il barista Cakao di via Castellana ripulito dai rapinatori

In azione due uomini a volto coperto e un complice in auto Il colpo di notte, bottino un migliaio di euro. Banda in fuga

RESANA

Rapina nella notte di ieri al Cakao Bar di via Castellana a Resana. Due uomini, con il volto coperto da passamontagna, sono entrati nell’esercizio commerciale poco prima della chiusura e hanno rapinato il gestore dell’incasso del giorno. Il bottino è di un migliaio di euro. I carabinieri hanno subito ingaggiato nella notte una caccia all’uomo. Ma lo choc del barista, unico testimone della rapina, non è stato d’aiuto per fornire indicazioni utili agli investigatori sia sul tipo di macc ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

RESANA

Rapina nella notte di ieri al Cakao Bar di via Castellana a Resana. Due uomini, con il volto coperto da passamontagna, sono entrati nell’esercizio commerciale poco prima della chiusura e hanno rapinato il gestore dell’incasso del giorno. Il bottino è di un migliaio di euro. I carabinieri hanno subito ingaggiato nella notte una caccia all’uomo. Ma lo choc del barista, unico testimone della rapina, non è stato d’aiuto per fornire indicazioni utili agli investigatori sia sul tipo di macchina, sia sulla direzione di fuga.

La rapina è stata messa a segno quando mancavano pochi minuti alla mezzanotte e mezza di ieri. Un’auto con a bordo tre uomini è arrivata nel piccolo parcheggio che sorge davanti al Cakao Bar in via Castellana di Resana, posto tra un’edicola e un tabacchino. Dei tre occupanti, due sono scesi e sono corsi all’interno del locale mentre il complice è rimasto al volante della macchina a fare da palo e pronto a ripartire a rapina compiuta.

I malviventi avevano il volto coperto da un passamontagna e uno dei due aveva in pugno una pistola senza tappo rosso, forse giocattolo. «Dacci i soldi e non fare storie», ha detto uno dei malviventi, puntando la pistola contro il viso del gestore cinese del bar. Questi ha eseguito l’ordine senza fiatare. In un sacchetto ha messo l’incasso del giorno, un migliaio di euro, e l’ha consegnato a uno dei rapinatori.

Il colpo è durato pochi secondi. Il tempo per pronunciare poche parole e per riempire il sacchetto con i soldi del registratore di cassa. I due rapinatori sono poi usciti e si sono infilati all’interno dell’abitacolo di un’auto scura, forse un’Audi o una Bmw, dove li attendeva il complice.

L’auto dei rapinatori è sgommata e probabilmente s’è diretta verso Castelfranco. Il barista, sotto choc, ha chiamato il 112 e ha fatto intervenire una pattuglia del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Castelfranco. Il suo racconto s’è rivelato un po’ confusionario. I carabinieri hanno comunque cercato nella notte la macchina indicata dal gestore cinese ma probabilmente si tratta di un mezzo rubato. Al vaglio anche le telecamere presenti nella zona. –