Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Case popolari e per anziani con i finanziamenti europei

Entro la fine dell’anno la conclusione dei primi cinque interventi progettati da dieci comuni dell’area montebellunese e castellana con 17 milioni di euro

MONTEBELLUNA

Entro fine mese la prima rendicontazione in Regione, entro la fine dell'anno la conclusione dei primi cinque interventi messi in campo da dieci comuni dell'area montebellunese-castellana-asolana capeggiati da Montebelluna che hanno ottenuto 11 milioni di euro dall'Europa e hanno trovato altri 6 milioni da partner. Questi primi interventi prevedono una spesa complessiva di oltre 6 milioni 600 mila euro e sono in fase di attuazione da parte dei cinque beneficiari individuati dall’a ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEBELLUNA

Entro fine mese la prima rendicontazione in Regione, entro la fine dell'anno la conclusione dei primi cinque interventi messi in campo da dieci comuni dell'area montebellunese-castellana-asolana capeggiati da Montebelluna che hanno ottenuto 11 milioni di euro dall'Europa e hanno trovato altri 6 milioni da partner. Questi primi interventi prevedono una spesa complessiva di oltre 6 milioni 600 mila euro e sono in fase di attuazione da parte dei cinque beneficiari individuati dall’autorità urbana. Riguardano ristrutturazioni di alloggi popolari, interventi di co-housing e acquisto di autobus. Un intervento riguarda la ristrutturazione di 16 alloggi di edilizia popolare, dieci dei quali nella zona di Contea a Montebelluna, lo sta facendo l'Ater di Treviso e prevede una spesa di 404mila euro di cui 226mila dall'Europa e 170mila dall'Ater. Sempre in tema di alloggi popolari, un secondo intervento lo sta realizzando a Castelfranco l'Aeep. Prevede la ristrutturazione di 13 alloggi per una spesa di 395.383 dai finanziamenti europei e il resto dall'Aeep. Ci sono poi gli interventi di co-housing per chi è senza alloggio, due anche in questo caso. Uno vede interessata la Casa di Riposo "Umberto I" di Montebelluna. Si tratta di sistemare 17 alloggi del Villaggio Protetto con una spesa di 551.500 euro, 405 mila dei quali da parte dell'Europa, il resto messi dalla Casa di Riposo. Il secondo intervento di co-housing interessa la Crico di Vedelago e riguarda la sistemazione di 9 alloggi. La spesa è di 800mila euro 630mila dei quali da finanziamenti europei. Per quanto riguarda la mobilità in campo con i dieci comuni c'è la Mom. Il progetto prevede l'acquisto di 15 autobus Euro VI e 1 autobus elettrico per una spesa complessiva di 4.525.000 euro di cui 2.506.666,66 euro dall'Europa e 2.018.333,34 euro di cofinanziamento Mom. Entro la fine dell'anno la società acquisterà sette mezzi, tra il 2019 e il 2020 comprerà gli altri otto e l'autobus elettrico. Particolare interessante: nelle intenzioni l'autobus elettrico dovrebbe collegare gli ospedali di Montebelluna e Castelfranco, una specie di bus navetta tra i due ospedali del distretto sanitario che risulterebbe oltremodo utile dal momento che sempre più spesso ci sono montebellunesi che per visite specialistiche si devono recare al San Giacomo a Castelfranco e viceversa. «In questo momento - commenta il sindaco Marzio Favero - l’attenzione è sul trasporto ecostenibile con mezzi Euro 6 ed a breve anche un autobus elettrico che collegherà le due strutture ospedaliere di Montebelluna e Castelfranco Veneto. Si tratta di un’azione utile per la popolazione più debole ma anche altamente simbolica. Stanno inoltre andando in porto le prime iniziative di co-housing e di recupero degli appartamenti di edilizia popolare per andare incontro alle famiglie in difficoltà, ma la sfida futura è anche sul piano delle nuove tecnologie nella logica delle Smart city»

E.F.