Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Motta espelle le auto Nuove zone pedonali e controlli più severi

Prosegue il piano della giunta per la sicurezza in centro Allo studio anche il riposizionamento dei plateatici dei bar

MOTTA DI LIVENZA

Nuove aree pedonali nel centro storico di Motta di Livenza: «Più tutela per la piazza, rendiamola un luogo sicuro», ha dichiarato il sindaco Alessandro Righi. La giunta comunale ha individuato nuove aree pedonali nel centro mottense tenendo conto degli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione, sulla salute e sul patrimonio ambientale e culturale del territorio: via del Girone, via Contarina, piazza San Rocco e piazza Castello. «L’ordinanza n. 40 del 17 luglio 2 ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MOTTA DI LIVENZA

Nuove aree pedonali nel centro storico di Motta di Livenza: «Più tutela per la piazza, rendiamola un luogo sicuro», ha dichiarato il sindaco Alessandro Righi. La giunta comunale ha individuato nuove aree pedonali nel centro mottense tenendo conto degli effetti del traffico sulla sicurezza della circolazione, sulla salute e sul patrimonio ambientale e culturale del territorio: via del Girone, via Contarina, piazza San Rocco e piazza Castello. «L’ordinanza n. 40 del 17 luglio 2018 è un aggiornamento dell’ordinanza del 2003 che disciplina la circolazione nelle aree pedonali della città – ha spiegato il sindaco – Con l’occasione è stato aggiornato l’elenco delle aree pedonali per le zone che nel frattempo erano state create, come piazza S. Rocco e Piazza Castello. È stata l’occasione di inglobare all’area pedonale anche una porzione di via Girone e di via Contarina precedentemente in regime di Ztl».

L’ordinanza elenca quali tipologie di veicoli possono circolare in area pedonale anche in assenza di autorizzazione. Per disciplinare l’accesso a altre tipologie di mezzi è stata allegata una nuova delibera di giunta che elenca le possibili eccezioni per rilasciare l’autorizzazione alla circolazione e alla sosta. La domanda di autorizzazione deve essere inoltrata alla polizia locale e deve riportare il numero di targa, la portata, i dati del richiedente, la motivazione e altre informazioni. «Questo permetterà di tutelare la pedonalità delle aree senza penalizzare le necessità di residenti e commercianti. Se vogliamo valorizzare la piazza e invogliare le persone a frequentarla durante tutta la giornata non possiamo più permetterci di avere mezzi non autorizzati e non identificati che ad ogni ora fanno manovre, spesso azzardate, sfiorando i tavolini dei bar e i pedoni – ha proseguito Righi – È un ulteriore passo per rendere la piazza un luogo sicuro dove passare il tempo libero. Il passo successivo l’abbiamo già in mente: un progetto di analisi complessiva che avrà il compito di dare indicazioni in materia di sicurezza, di definizione dei plateatici degli esercenti, della disposizione delle varie manifestazioni cittadine e dei mercati settimanali». –

Gloria Girardini