Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il fratello di Ornella morta nell’aereo «Vorrei capire i suoi ultimi istanti»

VILLORBA.«Non analizzo la dinamica dell'incidente, non sono un esperto. Abbiamo però voglia di capire, anche se la realtà non cambia e da capire, di fatto, non resta più nulla».Le parole sono quelle...

VILLORBA.

«Non analizzo la dinamica dell'incidente, non sono un esperto. Abbiamo però voglia di capire, anche se la realtà non cambia e da capire, di fatto, non resta più nulla».

Le parole sono quelle di Nicola Pillot, fratello di Ornella, scomparsa in seguito ad un incidente con un ultraleggero avvenuto il giorno di Ferragosto sul greto del Piave, in comune di Cimadolmo.

La donna, seduta sul posto del passeggero, viaggiava assieme all'amico Matteo Passarella, che guidava il proprio Piper, dec ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

VILLORBA.

«Non analizzo la dinamica dell'incidente, non sono un esperto. Abbiamo però voglia di capire, anche se la realtà non cambia e da capire, di fatto, non resta più nulla».

Le parole sono quelle di Nicola Pillot, fratello di Ornella, scomparsa in seguito ad un incidente con un ultraleggero avvenuto il giorno di Ferragosto sul greto del Piave, in comune di Cimadolmo.

La donna, seduta sul posto del passeggero, viaggiava assieme all'amico Matteo Passarella, che guidava il proprio Piper, deceduto anche lui. I funerali dei due, entrambi classe 1967, saranno celebrati nella chiesa di Fontane di Villorba. Quello di Matteo oggi pomeriggio alle 16, mentre quello di Ornella venerdì mattina, alle 10.30. Domani sera, sempre nella chiesa di Fontane, alle 18 la recita del rosario per la donna, da 25 anni dipendente alla De Longhi e donatrice Avis.

«Stiamo ancora cercando di metabolizzare, senza rabbia ma con la voglia di capire gli ultimi istanti di vita di mia sorella, sperando come magra consolazione siano stati positivi, anche se di fatto è irrilevante» prosegue Nicola, che con la propria famiglia vive in Svizzera, «Ornella era una persona attiva, appassionata di sport, di camminata e della montagna. Aveva una propensione naturale a dire "sì": tra i suoi recenti desideri c'era quello di inserirsi nel progetto "Giocare in corsia" del Cà Foncello, per far sorridere i bambini poco fortunati. Dispiace non sia riuscita ad esaudire questo sua volontà». —

A.B.V.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI