Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Città svuotata e alberghi chiusi Mancano eventi»

La consigliera Azzolin lancia una proposta «Palio in agosto nel 2019 per attirare visitatori e torri aperte al pubblico» 

castelfranco

Per la consigliera comunale Grazia Azzolin la questione turismo in città è disastrosa: «Mentre la vicina Cittadella da inizio estate a oggi ha attirato oltre 20 mila persone, che hanno scelto di percorrere il camminamento di ronda a 5 euro al biglietto, e Asolo ha inaugurato il suo agosto con più di 5 mila presenze in una sola notte per l’evento Calici di Stelle, la nostra Castelfranco è rimasta a bocca asciutta, con l’ufficio informativo della Pro loco chiuso per ferie, mentre l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

castelfranco

Per la consigliera comunale Grazia Azzolin la questione turismo in città è disastrosa: «Mentre la vicina Cittadella da inizio estate a oggi ha attirato oltre 20 mila persone, che hanno scelto di percorrere il camminamento di ronda a 5 euro al biglietto, e Asolo ha inaugurato il suo agosto con più di 5 mila presenze in una sola notte per l’evento Calici di Stelle, la nostra Castelfranco è rimasta a bocca asciutta, con l’ufficio informativo della Pro loco chiuso per ferie, mentre l’infopoint di Casa Giorgione non è ancora stato attivato». E nella settimana di ferragosto si assiste si assiste «in centro a uno spopolamento surrealistico». «La Torre Civica è chiusa da due settimane per mancanza di prenotazioni e quella di nordovest, il cui restauro e stato finanziato con fondi comunali, non è ancora stata inaugurata», osserva Azzolin, eletta con la maggioranza, «Cosa stiamo aspettando? Ma soprattutto, che prospettiva turistica stiamo dando alla città del Giorgione?». E le sue proposte: «In questo periodo potremmo calendarizzare alcuni eventi a partire dalla manifestazione del Palio che quest’anno salta. Perché non riorganizzarlo ad agosto il prossimo anno? Lancio questa proposta all’Associazione Palio. Creeremmo una nuova attrattiva per la nostra splendida città». Non solo: «Abbiamo il Parco pubblico più bello d’Italia, il Bolasco, ma i turisti che arrivano in città durante la settimana lo trovano chiuso. La convenzione tra Comune e Università prevede la possibilità di visitarlo solo i sabati e le domeniche, previa prenotazione. Eppure il Comune contribuisce con almeno 60 mila euro annui alle spese. Perché non ampliare gli orari d’apertura?». Alla fine, fa notare Azzolin, «a rimetterci prima di tutto sono i nostri commercianti. I nostri albergatori hanno tenuto chiuso ad agosto, non c'erano prenotazioni». —

Elia Cavarzan