Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Retata anti prostituzione Due denunce sul Terraglio

Tra Mogliano e Spresiano via ai servizi straordinari estivi della Squadra Mobile Otto ragazze identificate in Questura, un paio avevano già il foglio di via 

MOGLIANO. Retata notturna anti prostituzione, tra mercoledì e giovedì, lungo il Terraglio e la Pontebbana: otto ragazze identificate, di cui tre accompagnate in Questura e due denunciate per aver violato il provvedimento di foglio di via. Si è trattato di un’operazione congiunta, per contrastare il fenomeno della prostituzione, organizzata da personale di Questura, Squadra Mobile, Ufficio Immigrazione, Polizia Scientifica, Reparto Prevenzione Crimine. Ed è solo il “primo atto”: le forze dell ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MOGLIANO. Retata notturna anti prostituzione, tra mercoledì e giovedì, lungo il Terraglio e la Pontebbana: otto ragazze identificate, di cui tre accompagnate in Questura e due denunciate per aver violato il provvedimento di foglio di via. Si è trattato di un’operazione congiunta, per contrastare il fenomeno della prostituzione, organizzata da personale di Questura, Squadra Mobile, Ufficio Immigrazione, Polizia Scientifica, Reparto Prevenzione Crimine. Ed è solo il “primo atto”: le forze dell’ordine annunciano controlli intensificati nei prossimi giorni, e per tutta l’estate.

Quattro i Comuni coinvolti dall’attività di controllo: Treviso, Preganziol, Mogliano, Spresiano. Le ragazze, tutte giovanissime (dai 23 ai 29 anni) e provenienti dai Paesi dell’Est Europa, erano in attesa di clienti e in due casi, appunto, erano già state destinatarie di un provvedimento di foglio di via emesso dal questore di Treviso. All’interno del territorio comunale di Spresiano, lungo la Pontebbana, tre ragazze di nazionalità moldava e rumena, rispettivamente classe 1991, 1992 e 1995, sono state accompagnate in Questura. Altre cinque sono state identificate a Treviso e Mogliano Veneto. I servizi straordinari, fa sapere la Questura, continueranno nei prossimi giorni. Controlli di questo tipo sono più frequenti in estate, quando le zone a ridosso delle grandi arterie stradali si trasformano in veri e propri quartieri a luci rosse (si stima che siano addirittura un centinaio le “lucciole” che operano ogni sera nei 13 chilometri compresi tra Mestre e Treviso, un’altra ventina quelle che occupano la Pontebbana da Villorba a Conegliano).

Una necessità, quella di controllare il fenomeno e possibilmente arginarlo, palesata dagli stessi amministratori comunali, che puntualmente, con l’arrivo della bella stagione, denunciano la maggiore presenza di prostitute e clienti a ridosso dei centri. I regolamenti comunali di polizia urbana prevedono la sanzione di 100 euro in caso di violazione alle regole sul decoro. Mentre i clienti colti sul fatto rischiano multe fino a 500 euro.

Andrea De Polo

©RIPRODUZIONE RISERVATA.