Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Frana, la polizia controlla la strada

Ignoti rimuovono le transenne per passare, Marcon manda gli agenti 

BORSO DEL GRAPPA. Il presidente della Provincia invia la polizia e per controllare chi rimuove le barriere di protezione dalle frane del Grappa.

Lunedì pomeriggio il presidente Stefano Marcon si è recato con i tecnici della Provincia di Treviso a Borso del Grappa per monitorare il percorso dell SP 140 “Generale Giardino” fino al tratto chiuso a seguito del recente franamento del «masso ciclopico» con detriti. Al sopralluogo era presente anche il sindaco di Borso del Grappa, Flavio Dall’Agnol, ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

BORSO DEL GRAPPA. Il presidente della Provincia invia la polizia e per controllare chi rimuove le barriere di protezione dalle frane del Grappa.

Lunedì pomeriggio il presidente Stefano Marcon si è recato con i tecnici della Provincia di Treviso a Borso del Grappa per monitorare il percorso dell SP 140 “Generale Giardino” fino al tratto chiuso a seguito del recente franamento del «masso ciclopico» con detriti. Al sopralluogo era presente anche il sindaco di Borso del Grappa, Flavio Dall’Agnol, e si è posta subito l’attenzione sui contenuti delle relazioni prodotte dai tecnici esperti dell’ente e da quelli della ditta specializzata incaricata dei rilievi. «Emerge la necessità di un importante intervento di disgaggio dei massi pericolanti e del posizionamento di una difesa passiva mediante reti paramassi, da collocarsi nella valletta sopra il tratto di strada provinciale», spiega la Provincia in una nota diramata ieri.

Il sindaco ha segnalato inoltre che tale direttrice risulta l’unico collegamento del territorio trevigiano a Cima Grappa, luogo interessato da notevoli flussi turistico-ricreativi in particolare in questo periodo in cui si ricorda il centenario dalla Grande guerra, ma anche sede di molte attività agro-silvo-pastorali «così importanti per l’economia del territorio». In questo periodo in particolare si assiste al trasferimento delle mandrie in alpeggio che debbono assolutamente transitare per questa strada provinciale.

Il presidente della Provincia e il sindaco Dall’Agnol hanno convenuto di intervenire congiuntamente finanziando al cinquanta per cento un intervento «di somma urgenza per consentire la sollecita riapertura della strada provinciale 140.

«Sono molto contrariato del comportamento pericoloso – sottolinea infine Marcon – di sportivi, automobilisti e altre persone di passaggio lungo la strada che rimuovono barriere e segnaletica di sbarramento senza alcun senso civico e di responsabilità mettendo a repentaglio la sicurezza del territorio. Per questo motivo ho incaricato la polizia provinciale di effettuare controlli specifici fino a cessate esigenze».