Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Un giallo che dura da quasi sei mesi Chi è l’assassino?

Sofiya Melnik, 43enne ucraina, scompare il 15 novembre da Cornuda, dove conviveva da 16 anni con Pascal Daniel Albanese, ex impiegato della Velo di Altivole. Le ricerche di Sofiya scatteranno due...

Sofiya Melnik, 43enne ucraina, scompare il 15 novembre da Cornuda, dove conviveva da 16 anni con Pascal Daniel Albanese, ex impiegato della Velo di Altivole. Le ricerche di Sofiya scatteranno due giorni dopo, il 17 novembre, quando un geologo emiliano, con cui la donna aveva una relazione da nove anni, raggiunge la caserma dei carabinieri di Cornuda per sporgere denuncia di scomparsa, preoccupato del fatto che Sofiya non gli rispondesse più al telefono da un paio di giorni. Le forze dell'ord ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Sofiya Melnik, 43enne ucraina, scompare il 15 novembre da Cornuda, dove conviveva da 16 anni con Pascal Daniel Albanese, ex impiegato della Velo di Altivole. Le ricerche di Sofiya scatteranno due giorni dopo, il 17 novembre, quando un geologo emiliano, con cui la donna aveva una relazione da nove anni, raggiunge la caserma dei carabinieri di Cornuda per sporgere denuncia di scomparsa, preoccupato del fatto che Sofiya non gli rispondesse più al telefono da un paio di giorni. Le forze dell'ordine convocano anche Pascal e il dottor Placido Maugeri, il radiologo di Montebelluna che Sofiya aveva incontrato da qualche mese ma per il quale sarebbe stata pronta a interrompere le altre relazioni. Il 26 novembre Pascal viene trovato morto suicida nella casa di Cornuda, dove lascia un biglietto: «Ovunque tu sia ti amerò per sempre». Il corpo di Sofiya verrà scoperto casualmente da un gruppo di cacciatori il 24 dicembre nella scarpata del tornante numero 3 del monte Grappa. I funerali della donna sono stati celebrati lo scorso 23 marzo, il corpo cremato è stato sepolto a Kiev. (v.c.)