Quotidiani locali

Rubate 13 macchine da cucire in un’azienda di Altivole

Altivole. Nel mirino dei ladri un laboratorio tessile Airone gestito da un cinese: colpo su commissione

ALTIVOLE. Colpo nella notte nel laboratorio tessile “Airone” gestito da un cittadino cinese ad Altivole. I ladri sono entrati nel laboratorio, tra l’una della notte e le 6 del mattino, ed hanno trafugato tredici macchine da cucire. A fare l’amara scoperta è stato il titolare del dell’azienda che ha provveduto subito ad allertare i carabinieri della compagnia di Castelfranco.

I militari dell’Arma, coordinati dal capitano Alessandro Albiero, hanno avviato indagini su quello che sembra un colpo su commissione. Il fatto è avvenuto nella notte di ieri, tra l’una e le 6, quando nel laboratorio di via Edificio ad Altivole non lavorava nessuno. I ladri hanno avuto tutto il tempo per prelevare ben 13 macchine da cucire e caricarle probabilmente in un furgone posizionato all’esterno del laboratorio. L’ammanco pare si aggiri attorno ai 3.000 euro.

L’azione è stata piuttosto rapida. A fare l’amara scoperta del furto è stato il titolare del laboratorio tessile, un cittadino cinese di 45 anni che ha subito avvertito il 112. Sul posto è stata inviata una pattuglia dell’Arma che ha provveduto ad effettuare i rilievi e a visionare le telecamere sparse in zona. Pare che, anche per il modesto valore dei macchinari, il furto possa inquadrarsi come un colpo su commissione. Ma si tratta soltanto di una pista investigativa che va sviluppata. Il titolare del laboratorio ha detto di non avere mai ricevuto minacce e questo fa tramontare la pista di qualche “dispetto”

di concorrenti. In ogni caso i carabinieri hanno rafforzato i controlli notturni ed i pattugliamenti sulle strade per arginare i colpi notturni nelle aziende della Marca. Nella zona di Breda, sempre ieri notte, i ladri hanno asportato la cassaforte da un mobilificio.

 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik