Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Distretti chiusi, vaccinazioni a rischio»

A Roncade il Comune chiama a raccolta i cittadini per un confronto con l’Usl. A Mogliano si mobilita il comitato Gris

RONCADE. Alzata di scudi contro lo svuotamento dei distretti: a Roncade l’amministrazione chiama a raccolta i cittadini per un confronto con i vertici dell’Ulss 2 Marca trevigiana, a Mogliano i comitati si mobilitano per fare fronte comune contro la fuga dei servizi e paventata chiusura del poliambulatorio. Le scelte di accentrare i servizi sanitari, passate per mesi sotto silenzio, ora finiscono nel mirino.

«Il rischio che a Roncade non ci si possa più vaccinare c'è» dichiara il sindaco Pi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

RONCADE. Alzata di scudi contro lo svuotamento dei distretti: a Roncade l’amministrazione chiama a raccolta i cittadini per un confronto con i vertici dell’Ulss 2 Marca trevigiana, a Mogliano i comitati si mobilitano per fare fronte comune contro la fuga dei servizi e paventata chiusura del poliambulatorio. Le scelte di accentrare i servizi sanitari, passate per mesi sotto silenzio, ora finiscono nel mirino.

«Il rischio che a Roncade non ci si possa più vaccinare c'è» dichiara il sindaco Pieranna Zottarelli «l'ipotesi è in questi mesi al vaglio dell’azienda Usl 2 Marca Trevigiana. Ma il nostro comune non ci sta ed invita tutta la cittadinanza a partecipare all'incontro con i dirigenti dell’Usl in programma martedì prossimo». L’appuntamento è dunque per il 20 febbraio alle 20.30 all'auditorium delle scuole medie (via Vivaldi 30). Durante il confronto verrà illustrato il nuovo assetto dei servizi e sono previsti gli interventi del direttore generale Francesco Benazzi, del direttore dei servizi sociali, Pier Paolo Faronato e del direttore del distretto, Francesco Rocco. «È ferma volontà di questa giunta» conferma l’assessore ai servizi socio sanitari Sergio Lunardi «di ostacolare fortemente l'ipotesi che la sede vaccinale venga trasferita da Roncade a San Biagio di Callalta. Per questo abbiamo chiesto il confronto e invitiamo tutta la popolazione a parteciparvi per sostenere con l'amministrazione la permanenza di questo servizio a Roncade. Il nostro territorio» aggiunge Leonardi «ha una sua specificità: si estende per 62 kmq e ospita un distretto socio sanitario storico, operativo già dal 1985, da sempre punto di riferimento intercomunale. Alla sede distrettuale di Roncade accedono ai servizi socio sanitari anche i cittadini di Monastier e di Zenson di Piave, per un totale di circa 2000 persone».

Se a Roncade l’amministrazione è già in campo, a Mogliano (altra realtà che vive profondi cambiamenti) sono le associazioni, dal basso, a chiedere più trasparenza sul tema. «Per fugare ogni dubbio sulla preoccupante riduzione del ruolo del Distretto di Mogliano» recita un comunicato ufficiale diffuso dagli organizzatori di un incontro tra associazioni che si è svolto venerdì della settimana scorsa «il comitato per il Gris, i rappresentanti dei quartieri e i rappresentanti delle associazioni culturali, rinnovano al sindaco Carola Arena la richiesta di un incontro urgente, per analizzare assieme la situazione, prima delle decisioni definitive. Esprimiamo viva preoccupazione per la riduzione dei servizi presenti nel nostro distretto a seguito del trasferimento a Preganziol di vaccinazioni, cure domiciliari e servizio di ostetricia e ginecologia, così come il perdurante obbligo di accedere a Motta di Livenza o Oderzo per ricevere visite specialistiche o diagnostiche».

Matteo Marcon

©RIPRODUZIONE RISERVATA.