Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Godega. Si è spenta la zia di Luca Zaia: una vita accanto al figlio malato

Godega di Sant'Urbano. Giuseppina Lisetto si è sempre occupata di Davide, morto per fibrosi cistica a 32 anni La sua famiglia e altre del paese hanno unito gli sforzi per promuovere la ricerca contro la malattia

GODEGA. Lutto per la comunità di Bibano di Godega, dove è deceduta a 79 anni la pensionata Giuseppina Lisetto, zia del presidente Luca Zaia, sorella della madre Carmela. Giuseppina era conosciuta e apprezzata da tutti in paese, in particolare per la battaglia che aveva combattuto a fianco del figlio Davide, affetto dalla fibrosi cistica. «Giuseppina è stata una donna con un grande cuore che si è dedicata alla sua famiglia – la ricorda commosso chi l’ha conosciuta - è stata una donna generosa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GODEGA. Lutto per la comunità di Bibano di Godega, dove è deceduta a 79 anni la pensionata Giuseppina Lisetto, zia del presidente Luca Zaia, sorella della madre Carmela. Giuseppina era conosciuta e apprezzata da tutti in paese, in particolare per la battaglia che aveva combattuto a fianco del figlio Davide, affetto dalla fibrosi cistica. «Giuseppina è stata una donna con un grande cuore che si è dedicata alla sua famiglia – la ricorda commosso chi l’ha conosciuta - è stata una donna generosa che ha messo davanti a tutto l’aiuto agli altri». Una donna diventata un simbolo per la sua semplicità e il suo altruismo, che ha sempre anteposto il bene altrui. Il figlio era poco più che ventenne quando fu debilitato dalla malattia.

La fibrosi cistica è una delle patologie genetiche gravi tra le più diffuse, per cui non esistono cure risolutive vere e proprie ma solo dei trattamenti per cercare di convivere con la malattia nel modo migliore possibile. Dopo anni di sofferenze e cure, Davide morì nel marzo del 2010 a soli 32 anni. Oltre che a essere sempre vicino al figlio, mamma Giuseppina si è impegnata anche sul fronte della sensibilizzazione, perché altre persone malate possano essere aiutate. Con il supporto della famiglia Bazzo e di quella di Vanni Gava, un altro ragazzo di Bibano che era deceduto prematuramente, ad appena 26 anni, per una malattia rara, l’istiocitosi, in questi anni sono stati organizzati convegni ed eventi di beneficenza per contribuire alla ricerca scientifica e cercare di debellare queste malattie.

Il funerale di Giuseppina Lisetto sarà celebrato domani pomeriggio alle ore 15, nella chiesa parrocchiale di Bibano, paese in cui ha sempre vissuto. Le offerte raccolte saranno devolute al Centro fibrosi cistica di Verona, per sostenere la ricerca e chi sta continuando a lottare come aveva fatto il figlio Davide. Una parte delle offerte sarà inoltre devoluta agli asili parrocchiali. Con il marito Giuseppe Bazzo, con cui lo scorso anno aveva raggiunto i 55 anni di matrimonio, Giuseppina Lisetto abitava a Bibano di Sotto. Era stata una casalinga e per sostenere la famiglia si era impegnata in piccoli lavori, aveva anche collaborato come signora delle pulizie per lo studio medico in paese.

Un mese e mezzo fa la pensionata aveva avuto un ictus. Un trauma che era riuscita a superare, ma gli esami medici avevano dato un esito inatteso: era stata colpita da una grave malattia, lo stadio era avanzato e non c’era più niente da fare. In queste ultime settimane la pensionata è stata ricoverata nell’ospedale di Conegliano - circondata dall’affetto dei suoi cari – dove è spirata ieri mattina all’alba. Oltre al marito Giuseppe, piangono la sua scomparsa le figlie Marileva ed Emanuela, le sorelle e il fratello, insieme a tutti i parenti. I familiari ringraziano tutti quelli che sono stati loro vicino in questo periodo e il personale dell’ospedale di Conegliano per le cure prestate. Parenti e amici si riuniranno in preghiera per la recita del rosario, stasera alle 20 nella chiesa di Bibano.