Quotidiani locali

Scatta la zona rossa auto inquinanti bandite dal centro

Stop alle euro 1 a benzina e alle euro 1 e 2 a diesel Il provvedimento è in vigore da ieri fino al 31 marzo 

MONTEBELLUNA. I cartelli ci sono già: da ieri le auto euro 1 a benzina ed euro 1 e 2 a diesel non potranno più circolare in centro storico e a Mercato Vecchio fino al 31 marzo. I cartelli di divieto sono stati posti in piazza IV Novembre per chi arriva da est e all’altezza dell’ospedale per chi arriva da ovest. È stata istituita una zona a traffico limitato, nella quale il limite vale per gli anni di età dell’auto senza distinzione tra residenti e non. Non è un divieto in vigore per 24 ore, ma dalle 8.30 alle 12 e dalle 15 alle 18.30. «Il divieto entra in vigore per queste due fasce orarie in modo da salvaguardare chi deve recarsi al lavoro», spiega il sindaco Marzio Favero, «in ogni caso anche chi ha vetture a cui è vietato l’accesso nel miniput può raggiungere il X Martiri o l’area Sansovino dove lasciare l’auto facendo l’anello più esterno e raggiungere facilmente il centro storico a piedi». Una zona a traffico limitato soft insomma, per adeguarsi alle misure antinquinamento che sono prescritte dalla Ue. In anticipo però, dal momento che l’obbligo per i comuni al di sopra dei 30 mila abitanti parte dal prossimo primo ottobre. I divieti valgono al di là della concentrazione di polveri sottili. Se poi queste superano i limiti allora viene innalzata la categoria di auto a cui è vietato l’accesso in centro storico. E guai a trasgredire: le multe sono di 164 euro con annessa decurtazione di punti dalla patente e se c’è reiterazione della sanzione allora scatta anche la sospensione della patente da 15 a 30 giorni. Qualche giorno in più gli automobilisti l’avranno per parcheggiare ancora a disco orario in piazza Oberkochen. Con il nuovo anno doveva scattare anche l’estensione dei parcheggi a pagamento in tutta la parte interna del miniput, fatta eccezione per quei pochi parcheggi che si trovano sul lato dell’ex Inam e quelli di corso Mazzini dall’incrocio con via Pellico a quello con viale Bertolini. Tutti gli altri saranno a pagamento. Sono 137 posti auto a pagamento in più tra i 92 di piazza Oberkochen, gli 8 di corso Mazzini, i 22 di via Pellico, i 15 di via Roma. Dovevano essere a pagamento da domani, ma le strisce blu non sono ancora state tracciate e le macchinette sono da collocare. La determina di affidamento della tracciatura delle strisce è stata fatta qualche giorno fa e in settimana si procederà con la loro esecuzione. Con l’estensione dei parcheggi a pagamento la tariffa oraria è stata ridotta da 1, 30 euro a 1 euro e confermati i 15 minuti di parcheggio libero mentre è stata
soppressa la mezza ora. Avranno una particolarità i posti a pagamento in piazza Oberkochen: l’attuale delimitazione dei parcheggi a disco orario è fatta con il marmo bianco, eviteranno di colorare di blu il marmo e tracceranno le nuove strisce all’interno.

Enzo Favero

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik