Quotidiani locali

Possagno: pesta moglie e suocera con l’attizzatoio

Possagno. Ubriaco, se ne va poi con la valigia: trovato e denunciato. Compagna in ospedale con ferite a schiena e braccia

POSSAGNO. Picchia moglie e suocera con l’attizzatoio del caminetto di casa e le manda all’ospedale. È successo nella notte di Capodanno a Possagno, in un’abitazione nei pressi dell’istituto Cavanis. Complice, probabilmente, l’alcol assunto nel corso della serata, un uomo di una cinquantina d’anni ha picchiato moglie e suocera davanti ai figli minorenni costringendo i carabinieri ad intervenire. La notte brava s’è conclusa con la moglie che è finita all’ospedale, la suocera, contusa, che è stata medicata dai sanitari del 118 e l’uomo che ha rimediato una denuncia per lesioni personali. Alla base della lite che ha scatenato l’aggressione futili motivi provocati dall’assunzione di alcolici.

Erano da poco passate le 3 della notte quando al centralino di Treviso Emergenza è arrivata la telefonata con richiesta di soccorso da parte di una donna di Possagno. «Presto, venite. Mio marito mi sta aggredendo».

Gli operatori del 118 avvertono anche i carabinieri e, nell’arco di alcuni minuti, sul posto arrivano l’ambulanza ed una pattuglia dell’Arma. In una casa di Possagno, non lontano dalla sede dell’istituto Cavanis, i carabinieri trovano due donne in lacrime. Non l’uomo alterato, probabilmente dai fumi dell’alcol.

Le due donne vengono immediatamente prese in consegna dai sanitari dell’ambulanza del 118 mentre l’uomo non è più in casa. Verrà trovato poco dopo dalla pattuglia dei carabinieri mentre vaga per strada con una valigia in mano.

È la moglie, una donna di 40 anni, a presentare ferite importanti alla schiena e alle braccia provocate da un attizzatoio in ferro. I sanitari dell’ambulanza, dopo aver valutato la situazione, decidono di trasportarla all’ospedale di Castelfranco per essere medicata. I medici dell’ospedale castellano l’hanno dimessa nella mattinata di ieri con un certificato medico che attesta le lesioni e una prognosi che sarà allegata agli atti d’indagine dei carabinieri.

Ferita anche la suocera dell’uomo, che però ha rifiutato il trasporto all’ospedale castellano per assistere i figli minori della coppia, sotto shock per aver assistito all’aggressione.

L’uomo, che nel frattempo se n’era andato, è stato trovato per strada dai carabinieri, pare con una valigia in mano.

Dopo essere stato bloccato, l’uomo

è stato portato nella più vicina stazione dell’Arma e identificato. Dopo un’attenta valutazione, per lui è scattata una denuncia per lesioni personali aggravate dall’uso di un attizzatoio da caminetto, in ferro, l’ “arma” con la quale ha picchiato moglie e suocera.

 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon