Quotidiani locali

C’è ancora la minaccia della frana

VITTORIO VENETO. Dal mese di giugno la Statale 51 di Alemagna è chiusa di notte in località Fadalto, mentre di giorno è aperta dalle 8 alle 20, con il senso unico alternato. Vi incombe una frana che...

VITTORIO VENETO. Dal mese di giugno la Statale 51 di Alemagna è chiusa di notte in località Fadalto, mentre di giorno è aperta dalle 8 alle 20, con il senso unico alternato. Vi incombe una frana che ha un fronte di soli 300 metri ma che è molto pericolosa; a monte, infatti, vi sono ancora materiali che potrebbero cadere sia sulla strada che sulla sottostante ferrovia. L’Anas sta trattando con la società Autostrade per mettere in sicurezza il versante di montagna; vi insistono, infatti, anche i piloni dell’A27. Il progetto prevede la costruzione di invasi per raccogliere i materiali che dovessero cadere dalle “dighe” di sassi e terra formatesi lungo i canaloni del pendio. Lo studio progettuale è complesso e richiede tempistiche lunghe. «Il primo cantiere, quello della frana in movimento, ha il vantaggio di una strada forestale grazie alla quale i macchinari possono salire in quota – fa sapere Bruno Fasan, consigliere comunale residente in Fadalto – e quindi l’opera è facilitata. I tempi possono essere rapidi». Secondo Fasan il lavoro potrebbe essere portato
a termine entro la primavera. «È infatti indispensabile – anticipa – che la Statale torni percorribile, 24 ore al giorno, almeno per la prossima estate».

Attualmente i fadaltini che devono scendere a Vittorio Veneto di notte sono costretti a salire in autostrada. (f.d.m.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon