Quotidiani locali

Edi, saldatore, abitava a Conscio

La vittima aveva lavorato per anni in un’azienda di Quinto, lascia un figlio adulto

Ex saldatore in pensione, sposato e con un figlio, Edi Ganassin, 65 anni, abitava in via Conscio 44 a Casier, ma era nato a Bertiolo (Udine). Quando ha perso la vita nel drammatico schianto di ieri pomeriggio, in viale della Repubblica a Treviso, viaggiava sullo scooter assieme alla moglie Nadia Zuliani, 59 anni.

Lutto e commozione a Casier, dove la coppia viveva da oltre un decennio. La notizia è arrivata rapidamente nella frazione di Casier. Poca voglia di parlare tra i vicini di casa di via Conscio, sconvolti per l’accaduto. «Prima che andasse in pensione lo vedevamo uscire ogni mattina per andare al lavoro» racconta un vicino della coppia, «ricordo che era impiegato come saldatore in un’azienda di Quinto, poi è rimasto a casa per un periodo prima di andare in pensione. Una coppia riservata, ma apprezzata e ben voluta da tutti, con la quale siamo andati sempre d’accordo».

Della tragedia è stato avvisato, nella serata di ieri, il figlio della coppia, che abita a Treviso. Il dolore per il grave lutto, in queste ore, va di pari passo con l’affetto e le preghiere rivolte alla moglie Nadia, ricoverata al Ca’ Foncello con ferite di media entità ma, pare, non in pericolo di vita. Nelle prossime ore saranno fissate
le esequie della vittima. A carico della conducente della Toyota coinvolta nell’incidente, la Procura aprirà un procedimento per omicidio stradale, un atto dovuto al fine anche di ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente.

(m.m.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon