Quotidiani locali

La Marca nella cappa delle Pm10

La Vigilia picco a quota 233. Siamo a 80 sforamenti, oggi è attesa la pioggia

Oggi e per due giorni sarà il caso di muoversi con l’ombrello. Sulla Marca e su tutta la provincia di Treviso sono previste precipitazioni, anche abbondanti. Un bene per la siccità, visto che al di là delle nevicata delle scorse settimane fino ad oggi le precipitazioni scarseggiano, ma soprattutto un bene per l’aria che respiriamo visto che nei giorni scorsi l’intera pianura Padana ha sofferto livelli di inquinamento molto alti. Complice il traffico pre-festivo, forse. Forse pure la corsa all’ultimo regalo. Sicuramente il fatto che impianti di riscaldamento di case e negozi andassero a mille per garantire il tepore dei ritrovi conviviali e lo shopping natalizio.

Emblematico, da questo punto di vista, il dato registrato dalla centralina Arpav di Treviso (via Lancieri di Novara), la notte tra 24 e 25 dicembre. A sera, quando l’inversione termica a riportato a livello del suolo le polveri sottili , i rilevatori dell’agenzia per l’ambiente hanno visto crescere il livello di polveri sottili costantemente e repentinamente da quota 56 (ore 17), fino a quota 233 microgrammi (ore 23) per poi ridiscendere fino a quota 54 alle nove del mattino del giorno di Natale. Non era andato meglio, anche se con dati meno allarmanti, il 22 e il 23 dicembre.

Il giorno di Natale valori ancora al di sopra dei livelli massimi consentiti (50 microgrammi) per tutto il giorno con picchi oltre 176 microgrammi e ieri, giorno di Samto Stefano, situazione pressapoco identica, con valori poco al di sopra dei limiti durante il giorno e in salita nelle ore serali. Arpav aggiornerà oggi il dato cumulativo degli sforamenti da inizio anno, ma è certo che Treviso abbia ormai raggiunto quota 80 sforamenti, più del doppio consentito dalla legge che vorrebbe fermare il numero delle giornate “fuorilegge” a quota 35.

Certo il capoluogo è in buona compagnia: quella dei comuni capoluogo (solo Belluno riesce a mantenersi entro i limite dei 35 sforamenti..
ma appena). E quello – ovviamente – di altri comuni della provincia. Mansuè è oltre quota 70 e Conegliano, che fino a prima di Natale stava sotto i 35 sforamenti, quasi certamente non appena verranno aggiornati i dati sarà fuorilegge. (f.d.w.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon