Quotidiani locali

Da Maser all’Africa per il futuro dei bimbi

MASER. A inizio dicembre è stata benedetta la scuola costruita nella Repubblica Centrafricana dalla cooperante di Maser, Monica Colla, grazie anche alle donazioni raccolte nella Marca dall’associazion...

MASER. A inizio dicembre è stata benedetta la scuola costruita nella Repubblica Centrafricana dalla cooperante di Maser, Monica Colla, grazie anche alle donazioni raccolte nella Marca dall’associazione mendica Madre Teresa. «È stato un giorno di benedizioni per un Paese che vive ancora molte maledizioni», commenta Monica via Skype. I lavori suono durati nove mesi per la scuola di Nzila, un piccolo centro a poca distanza dalla capitale Banqui. «Il rito è avvenuto alla presenza del parroco e di due preti missionari. Si è celebrata una messa semplice ma allo stesso tempo toccante, che ha visto crescere giorno dopo giorno sia i muri della scuola sia gli aiuti di tanti amici», continua la volontaria. Presenti, oltre alle varie autorità, anche tutti i genitori dei bambini che frequentano la scuola, fieri dei loro figli già capaci di esprimersi in francese attraverso la recita di alcune poesie e canti.

Erano molto grati in questo piccolo villaggio di una nazione quasi dimenticata da tutti o nota solo per eventi di guerra, qualcuno ha pensato a loro e ha fatto in modo che si potesse realizzare un’opera che pensa al bene e al futuro dei loro figli. «Tante sono state le preghiere e le parole di ringraziamento che mi sono state rivolte, e le ho ricevute a nome di tutti coloro che hanno dato un contributo, ma allo stesso
tempo ho cercato di sensibilizzare all’importanza dell’educazione delle nuove generazioni attraverso l’impegno quotidiano di ogni genitore a educare in collaborazione con l’equipe educativa i Nostri figli», prosegue Colla. È arrivata anche una macchina per scavare un pozzo. (g.z.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon