Quotidiani locali

Alessio e le firme dei reali raccolte un anno fa

Un anno fa si era mosso anche un giovane monarchico di Arcade per portare in Italia le salme dei regnati di casa Savoia sepolti all’estero. Alessio Trentin, 26 anni ragioniere, un passato da...

Un anno fa si era mosso anche un giovane monarchico di Arcade per portare in Italia le salme dei regnati di casa Savoia sepolti all’estero. Alessio Trentin, 26 anni ragioniere, un passato da imitatore in radio e televisioni locali e un presente da responsabile di vendite e acquisti nel garden store Bardin a Villorba è il responsabile nazionale, dei giovani dell’Istituto per la guardia d’onere alle reali tombe del Pantheon, un sodalizio che si occupa di onorare i regnanti Savoia defunti in Italia e all’estero. «Come guardie d’onore un anno fa abbiamo chiesto le firme autenticate da un notaio a tutti i discendenti di Vittorio Emanuele III per poter traslare la salma e quella della regina Elena al Pantheon. Io sono andato dalla contessa Emanuela Guarienti di Brenzone che fa vita ritirata a Monfumo ed è nipote della principessa Jolanda». Soddisfatto del ritorno delle salme? «No, il loro posto è al Pantheon». Com’è che un ragazzo come te è monarchico? «A 15
anni collezionando francobolli mi sono appassionato alla storia della dinastia sabauda. Ora sono monarchico per principio, secondo me un re costituzionale, come avviene in 8 avanzati Paesi europei è meglio di un presidente, specie se eletto da una sola parte del Parlamento».(g.z.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon