Quotidiani locali

Ladri contorsionisti, blitz in pasticceria a Roncade

Roncade. Furto alla pasticceria Ketty: i malviventi entrano ricavando uno spazio di pochi centimetri. Altri colpi in tutto il Comune

RONCADE. Hanno forzato le sbarre in metallo della finestra del bagno, ricavandoci uno spazio minimo eppure sufficiente per entrare dopo aver rotto il vetro. Una volta intrufolatisi nel locale si sono diretti senza esitazione alla slot machine, l’hanno scassinata e sono fuggiti senza lasciare tracce con le poche centinaia di euro contenute all’interno. Il blitz è andato in scena la notte tra il 23 e il 24 dicembre alla pasticceria Ketty, notissimo luogo di ritrovo in via Vivaldi, a Roncade. Tanto apprezzato, dai clienti, quanto sfortunato: tra casa e negozio, è il ventesimo furto in vent’anni alla famiglia dei gestori.

Il titolare, Enrico Peloso, è sconsolato: «Non metteremo mai più slot machines, di questi continui furti non ne possiamo più». Il blitz di venerdì notte è stato spettacolare. I ladri avevano identificato da tempo il punto da cui entrare nel locale: il bagno, posto sul retro dell’attività e protetto da sbarre di metallo. I malviventi sono riusciti a piegarle, a rompere il vetro e a introdursi nella pasticceria.

«In quel buco ci passa a malapena un bambino» spiegano i titolari, «evidentemente conoscevano il posto, perché nel bagno non c’era nemmeno l’allarme, ed erano professionisti, perché si sono fatti bastare pochi centimetri di spazio». Il bottino è stato di poche centinaia di euro, restano i danni alle strutture e la diffusa sensazione di insicurezza. «E mi è andata pure bene» scherza Enrico, il titolare, «questa volta si sono diretti subito verso la slot, nei precedenti furti mi mettevano a soqquadro il locale. Sono arrivato a spendere 2.400 euro per porte e infissi rovinati, stavolta me la caverò con una cifra inferiore. Siamo stati sfortunati, invece, per quanto riguarda le immagini, perché le telecamere di videosorveglianze non hanno ripreso nulla, al contrario di altre occasioni. Siamo qui da vent’anni e sta diventando una triste abitudine». Dopo l’ennesimo furto, la scelta di rinunciare alla slot machine, appetita da molti giocatori tanto quanto dai malviventi.

La pasticceria ha ripreso a lavorare senza problemi l’indomani, vigilia di Natale, quando tuttavia altri furti si sono verificati in diverse zone di Roncade. Visitati anche il centro

anziani di via Selvatico e tre diversi studi professionali (un’assicurazione, un avvocato e un commercialista) in via Piave. Bottini sempre modesti, ma uffici messi a soqquadro dai ladri, che hanno approfittato della chiusura delle attività per le festività natalizie.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon