Quotidiani locali

Giallo di Cornuda, il cadavere di Sofiya trovato in un burrone sul Grappa

La vigilia di Natale ritrovato un cadavere di donna sulla strada che porta da Romano d'Ezzelino al Grappa. E' quasi certamente il corpo di Sofiya Melnyk, l'ucraina scomparsa a Cornuda a metà novembre

BORSO DEL GRAPPA. La vigilia di Natale il cadavere di una donna è stato trovato sulla strada che da Romano d'Ezzelino porta al Monte Grappa, all'altezza del terzo tornante.

Si tratta, quasi sicuramente (per l'ufficialità è necessaria l'autopsia, che sarà disposta nei prossimi giorni) di Sofiya Melnyk, la 43enne ucraina scomparsa a novembre da Cornuda. La sua sparizione era un giallo che da oltre un mese stava tenendo con il fiato sospeso la Marca .

Giallo di Cornuda, il corpo di Sofiya ritrovato la Vigilia di Natale Sofiya è sparita da due giorni quando lo scorso 17 novembre si incontrano, all’interno di una caserma dei carabinieri, i tre uomini che, in quel momento, stanno frequentando l’interprete ucraina. Oltre a Pascal Daniel Albanese, il 50enne trovato morto domenica 26 novembre nella sua villetta a Cornuda, ci sono anche un geologo emiliano e un medico di Treviso. La svolta arriva il 24 dicembre quando viene ritrovato il copro di Sofiya. L'articolo

Il corpo è stato trovato in un burrone all'altezza del terzo tornante della strada che porta a Cima Grappa, in comune di Romano d'Ezzelino.

A scorgerlo sono stati alcuni cacciatori che hanno dato l'allarme, il ritrovamento risale a domenica mattina, 24 dicembre, attorno alle 10.30. Il corpo era in avanzato stato di decomposizione.

Gli inquirenti sono certi che si tratti di Sofiya Melnik, la donna di cui non si avevano più notizie dal 15 novembre e il cui convivente, Pascal Daniel Albanese, si era ucciso il 26 novembre.

Il Ris, nelle scorse settimane, aveva setacciato l'abitazione di Cornuda in cui viveva la coppia, alla ricerca di prove. 

Il giallo di Cornuda: il Ris nella villetta dove si è impiccato Pascal CORNUDA. I carabinieri del Reparto di Investigazioni Scientifiche (Ris) di Parma hanno setacciato palmo a palmo la villetta diPascal Daniel Albanese, il cinquantenne trovato morto il 26 novembre scorso nella casa. Al civico 15 di via Jona, dove Albanese viveva con la compagna Sofiya Melnik, scomparsa dieci giorni prima, il 15 novembre i Ris sono arrivati a metà mattinata e ne sono usciti solo a sera. In casa avrebbero trovato anche quattro computer, che sono stati sequestrati.«Ci sono vari elementi che hanno destato interesse - ha spiegato l'avvocato Chiara Rinaldi - tra questi i personal computer che chiederemo vengano periziati». (VIDEO MACCA) l'articolo

Il corpo era in posizione fetale, vestito, coperto da un sacchetto nero. Sulla dinamica delle ultime ore di vita di Sofiya, indagano gli inquirenti. Sul Grappa la polizia scientifica. A recuperare la salma hanno provveduto i vigili del fuoco di Vicenza, dopodiché il cadavere è stato accompagnato all'obitorio di Treviso, dove resta a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Il luogo del ritrovamento sul Monte...
Il luogo del ritrovamento sul Monte Grappa

Sul posto i carabinieri del nucleo operativo e della scientifica di Treviso e i carabinieri di Vicenza e di Romano d'Ezzelino.

Dopo il recupero del corpo, l'area è stata passata al setaccio dagli uomini della scientifica.

Il luogo del ritrovamento (foto...
Il luogo del ritrovamento (foto Ferrazza)

La donna è stata suo malgrado protagonista di un vero e proprio giallo. Tre uomini sono stati al centro della sua vita negli ultimi tempi, prima della scomparsa.

Il marito, Pascal, si è tolto la vita dopo la scomparsa della donna, ed è finito da subito al centro dei sospetti.

Giallo a Cornuda, le ricerche: lui si suicida, lei scompare CORNUDA. Il suo compagno, Daniel Pascal Albanese, è stato trovato morto domenica notte: si è suicidato in casa. Di lei, la sua ex compagna, non si hanno notizie da una decina di giorni. E' un giallo la scomparsa di Sophiya Melnyk, 43 anni, dinazionalità ucraina. I carabinieri la stanno cercando nei boschi tra Cornuda a Maser. La sua auto è stata ritrovata nel parcheggio ai piedi della forcella Mostaccin. I militari non escludono alcuna ipotesi. (VIDEO MACCA) L'ARTICOLO

Oltre a Pascal Daniel Albanese, il 50enne trovato morto domenica 26 novembre nella sua villetta di via Jona a Cornuda, ci sono anche un geologo emiliano di 70 anni e un medico di Treviso, conosciuto poche settimane prima della scomparsa.

I tre sono stati convocati dai militari dell’Arma per ricostruire le ultime giornate in cui hanno visto e frequentato Sofiya. Il ritrovamento cambia la storia della vicenda.

Nelle prossime ore l'autopsia dirà come è morta Sofiya. Una sinistra coincidenza: il 24 dicembre di dieci anni fa fu ritrovato il corpo di Iole Tassitani.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik