Quotidiani locali

L’aviere ragazzino caduto sul Montello rivive col suo aereo

Ricostruito il Sopwith Camel di Donald Gordon Mc Lean L’opera realizzata dalla Jonathan Collection di Nervesa

NERVESA. Alla fondazione Jonathan Collection di Nervesa si lavora alacremente per riuscire a terminare entro la fine di gennaio la copia dell’aereo del pilota canadese Donald Gordon Mc Lean caduto a soli diciotto anni sul Montello il 4 febbraio 1918 mentre combatteva nella Grande Guerra.

Il corpo del pilota adolescente riposa al cimitero di guerra britannico a Giavera. Ora sarebbe solo un nome su di una lapide se Corrado Callegaro, un appassionato della Grande Guerra, non avesse ritrovato a Santa Croce la targhetta identificativa del suo aereo Sopwith Camel, ora conservata dall’associazione Battaglia del Solstizio fondata dallo stesso Callegaro. Negli anni successivi Giuseppe Piccolo, collaboratore della fondazione Jonathan Collection e all’epoca membro della “Battaglia del Solstizio”, fece fare una ricerca presso gli archivi britannici e la storia del pilota adolescente venne ricostruita. Mc Lean, che nel 1917 aveva diciassette anni, si era trasferito in Inghilterra per iscriversi alla scuola aeronautica. Il 16 maggio di quell’anno è assegnato all’istituto aeronautico a Reading per l’istruzione teorica, per poi passare il 7 luglio alla scuola pratica di volo. Alla fine del gennaio 1918 sarà inviato in Italia e assegnato al “45 Squadron” con base a Fossalunga. Mc Lean fece la sua prima missione il 27 gennaio assieme ad altri piloti più esperti. Gli aviatori si portarono sul Montello per poi scendere lungo il Piave ma non incontrarono nessun aereo nemico. Il giorno 30 ebbe invece il battesimo del fuoco incontrando per la prima volta sei “Albatros” nemici sopra Cimadolmo. Lo scontro terminò senza vinti né vincitori perché gli austriaci ritornarono velocemente verso i loro aeroporti. I primi tre giorni di febbraio il giovane pilota esce con altri commilitoni. Il quarto decide di uscire da solo sarà il suo ultimo volo: cadrà sul Montello probabilmente abbattuto da piloti nemici veterani.

Ora sarà ricostruito anche il suo Sopwith Camel. Da novembre 2016 vi lavorano i volontari della fondazione Jonthan Collection, presieduta
da Giancarlo Zanardo, che è specializzata nella ricostruzione degli aerei storici. L’impresa è possibile grazie al contributo economico dell’imprenditore italo canadese Ermenegildo Giusti. «Stiamo facendo i salti mortali per finire entro la fine di gennaio 2018», spiega Zanando.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon