Quotidiani locali

Conegliano

Cerletti, effetto Prosecco: boom di iscritti e sedi

Sono 1.670 gli allievi dell’istituto, classi dirottate anche a S.Pio X e alla Brustolon. L’Enocoro si esibisce nella capitale davanti alla ministra Fedeli

CONEGLIANO. Il Cerletti fa il pieno di iscrizioni. Sono in totale 1.670 gli studenti che quest’anno frequentano la storica scuola enologica di Conegliano e anche per il prossimo c’è già la fila. Un boom trainato dal Prosecco, ma anche dalla diversificazione degli indirizzi e in particolare quello della gestione dell’ambiente e del territorio. Oggi intanto una rappresentanza della scuola sarà a Roma con l’Enocoro che si esibirà di fronte al ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, in occasione del “Digital Christmas”.

Il Cerletti ha due sedi, quella di via XXVIII Aprile, dove si trovano anche l’azienda agraria, la cantina e il convitto, e la sede staccata del professionale a Piavon di Oderzo. Le aule non bastano per i circa 1.400 allievi a Conegliano e quindi alcune classi devono essere ospitate in altri edifici. Quest’anno quattro classi sono alla media Brustolon di Parè, con il Comune che ha messo a disposizioni gli spazi, mentre la Provincia comparteciperà per le spese di luce, riscaldamento e altri servizi. Mentre altre sette classi sono a San Pio X. Il binomio Cerletti-Prosecco è quello che attira maggiormente i ragazzi da tutto il Veneto, ma anche da fuori regione, nella scuola enologica più antica d’Italia, fondata nel 1876.

«C’è una richiesta molto forte di questa scuola, molto sentita a livello del territorio, un territorio che ha un particolare successo a livello nazionale e internazionale legato al Prosecco – spiega la dirigente scolastica del Cerletti, Damiana Tervilli - ma noi non abbiamo solo il settore vinicolo ed enologico, abbiamo quello per la gestione del territorio, la produzione e trasformazione e l’istituto professionale».

La scuola enologica, tra le altre sue svariate attività di collaborazione con le realtà territoriali, ha contribuito alla redazione del Regolamento di polizia rurale adottato

dai 15 Comuni della Docg, che va sempre più verso la sostenibilità. Inoltre con Condifesa Treviso si applicano sul campo gli studi per l’utilizzo di prodotti e sistemi ad impatto ambientale zero in agricoltura (nei giorni scorsi sono state consegnate le borse di studio a nove studenti).

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon