Quotidiani locali

Ricatta anziano per le foto hard, arrestato

Pensionato era stato costretto a pagare centomila euro a un 19enne per tenere nascosta la relazione  

VALDOBBIADENE. Soldi per salvare la propria dignità, tanti soldi, sempre di più. Un anziano del Bellunese è stato minacciato per mesi da un 19enne di origini nordafricane, ma con cittadinanza italiana e residente a Valdobbiadene. Il ragazzo aveva ottenuto l’amicizia dell’anziano e lo aveva fotografato in atteggiamenti molto affettuosi nei suoi confronti. Poi ha iniziato a minacciarlo di diffondere quelle immagini. Per impedirlo l’anziano ha accettato di dargli dei soldi. Centomila euro, in nove mesi di ricatti continui. Fino a lunedì, quando il 19enne è stato arrestato dai carabinieri. Usciva dall’abitazione dell’anziano, con in tasca parte della somma che aveva chiesto, ancora, per non divulgare le fotografie che aveva scattato. Per il nordafricano si sono aperte le porte del carcere di Baldenich. L’accusa è di estorsione aggravata. La vicenda, che ancora una volta vede come vittima una persona anziana, è iniziata nella seconda metà dell’anno scorso. Il giovane aveva avvicinato quell’uomo, un ottantenne residente in un Comune della provincia, ed era riuscito a diventare suo amico. A carpirne la fiducia. È a quel punto che per l’anziano è iniziato il calvario. Il giovane, infatti, ha scattato alcune fotografie durante gli incontri fra i due, in atteggiamenti che vengono definiti affettuosi. Immagini che poi ha detto di voler diffondere, minacciando l’anziano. Per non farlo ha chiesto soldi. In nove mesi il 19enne si è fatto consegnare oltre centomila euro. Ma alla fine l’anziano non ce l’ha più fatta. Non aveva più il denaro sufficiente per far fronte alle continue richieste di quel giovane privo di scrupoli. Quando l’anziano ha chiamato i carabinieri avrebbe dovuto consegnare al ragazzo altri tremila euro.

Il nucleo investigativo della compagnia dei carabinieri di Belluno si è subito attivato per fermare quella spirale di minacce e estorsione. E quando il giovane è andato a casa dell’anziano, ha trovato i militari ad attenderlo all’uscita. Aveva con sé parte della somma che aveva sottratto all’anziano, mille euro, che i carabinieri hanno subito recuperato. Il giovane è stato quindi arrestato in flagranza di reato e portato in carcere a Baldenich, a disposizione dell’autorità giudiziaria. È accusato di estorsione aggravata. Un caso, questo, che ricorda da vicino un’altra estorsione ai danni di un anziano, di Sospirolo. L’uomo era stato minacciato da un marocchino di 21 anni, che voleva del denaro per non diffondere le foto dei loro incontri. L’anziano gli ha consegnato mille euro, ma poi le richieste di soldi sono continuate e la vittima ha denunciato il tutto ai Carabinieri. In questo caso c’è stato un processo e il marocchino è stato condannato dal Tribunale di Belluno a tre anni e quattro mesi e al pagamento di 800 euro
di multa. Casi del genere si ripetono insomma con una certa frequenza anche nella Marca e a volte, almeno inizialmente, le vittime preferiscono sottostare alle richieste economiche dei loro estorsori piuttosto che vedere “messa in piazza” una relazione ritenuta compromettente.



TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon