Quotidiani locali

Niente visto al prete, rientrano i volontari di San Polo di Piave

San Polo, Silvia ed Edoardo erano partiti per la Cina per un progetto sociale: che non si farà più

SAN POLO DI PIAVE. La Cina cancella il visto di ingresso in Cina al missionario referente della coppia di San Polo di Piave partita il 5 novembre scorso con il Pime per Guangzhou. Rientrano in questi giorni la sanpolese Silvia Parzianello con il marito vicentino Edoardo Piubello, rispettivamente di 31 e 33 anni, che erano partiti un mesetto fa con il figlio Giona di dieci mesi per un’esperienza missionaria che doveva durare un anno. Poco prima di partire erano stati al centro della veglia missionaria, insieme ad un’altra coppia di Cessalto partita per il Perù, guidata dal vescovo della diocesi Corrado Pizziolo.

L’associazione laici Pime spiega: «Purtroppo il progetto è stato interrotto per l’inaspettata cancellazione del visto di ingresso in Cina del missionario referente. In questo modo Silvia ed Edoardo non avrebbero avuto nessun appoggio per svogere la propria attività e quindi è stata decisa la chiusura del progetto». Silvia ed Edoardo hanno raccontato dal loro seguitissimo blog: «Già dopo i primi giorni dal nostro arrivo ad Hong Kong la situazione si era fatta molto difficile: dei problemi burocratici, che tutt’ora sussistono, hanno impedito l’avvio del progetto. Abbiamo vissuto un periodo di attesa e osservazione della situazione, che si è sciolto solo pochi giorni fa, una volta appreso che sono venuti a mancare i presupposti di base che avrebbero garantito la nostra permanenza in Cina Continentale, un Paese in continuo mutamento».

Fisioterapista lei, consulente aziendale lui, avevano deciso di mettere in stand

by le proprie carriere professionali per partire con il Pime, il Pontificio Istituto Missioni Estere, e collaborare con la ong China Huiling che si prende cura di disabili fisici e psichici dall’asilo all’età adulta mettendo a disposizione le proprie competenze professionali.
 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik