Quotidiani locali

Breda di Piave. Le magiche orchidee di Guido De Vidi, i fiori rari che attirano visitatori dal mondo

Breda di Piave. De Vidi le coltiva con amore a Breda.Nelle prossime settimane, sono attesi gruppi provenienti da Vicenza e dalla Svezia. Da oltre trent’anni De Vidi coltiva orchidee a livello amatoriale. Ha creato una collezione di circa 4.000 tra specie e ibridi e si è aggiudicato numerosi e prestigiosi premi, sia in Italia che all’estero

BREDA DI PIAVE. Arrivano gruppi da diverse regioni d’Italia e dall’estero per vedere la collezione di orchidee esotiche più importante d’Italia, molte delle quali rarissime, contenute nella serra di Guido De Vidi, 73 anni, di via Parnasso a Pero. Nelle prossime settimane, sono attesi gruppi provenienti da Vicenza e dalla Svezia. Da oltre trent’anni De Vidi coltiva orchidee a livello amatoriale. Ha creato una collezione di circa 4.000 tra specie e ibridi e si è aggiudicato numerosi e prestigiosi premi, sia in Italia che all’estero.

«Badate bene - avverte prima di condurre i visitatori nel suo regno - non aspettatevi la serra di un garden, ma un giardino dove il freddo è bandito e regna il bellissimo disordine della natura». Più che un giardino, sembra uno scampolo di foresta tropicale, dove lo spazio per muoversi è poco. All’interno si trovano specie di orchidee da clima freddo e anche specie che amano il caldo. De Vidi ha trovato il modo, geniale nella sua semplicità, per contenerle tutte in un solo ambiente.

“Ho studiato le loro esigenze e le differenti condizioni di luce, temperatura e umidità in ogni punto della serra”, spiega De Vidi. Di ogni singola orchidea presente il collezionista sa raccontare una storia, che, in fondo, è diventata parte della sua da quando è stata costruita la sua serra nel 1983. Come quella specie di orchidea, dal nome “Cattleya Trianaei” che un amico di Padova gli ha regalato nel 2006.

«Dopo 11 anni che la coltivi, dopo averla persa, dopo averle dato poca attenzione, dopo essere passata sotto le forche caudine della cocciniglia,

delle lumache e della inconscia trascuratezza, ha regalato un fiore stupendo”, dice quasi commosso De Vidi. La “Cattleya Trianaei” è conosciuta anche come “Fiore de Mayo” o “Orchidea Natalizia”. Orchidea epifita, endemica in Colombia dove è fiore nazionale.

 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon