Quotidiani locali

Aviaria, zero rischi sui prodotti venduti «Pronti a ripartire»

Parlano le due aziende di Fanzolo e Riese Pio X coinvolte «Un grave danno per noi, a breve la disinfestazione»

RIESE. Nessun rischio per gli animali venduti prima che scoppiasse il caso di influenza aviaria: lo ha assicurato ieri il servizio veterinario della Usl e lo conferma l'azienda Dallan Cristian che si è trovata ad affrontare questo pesante imprevisto proprio nel periodo più redditizio, ovvero quello di Natale, per la vendita di polli e anatre. Le drastiche misure per bloccare il diffondersi del contagio hanno visto qui l'abbattimento di 15mila capi e altri 12mila per prevenzione in quella dell'azienda Dallan Bruno, distante pochi metri ma in un altro comune, quello di Vedelago. «Vogliamo rassicurare tutti i nostri clienti - spiega Letizia Menini che con il marito Cristian gestisce l'azienda avicola riesina - quando venerdì è emerso il sospetto dell'aviaria la commercializzazione è stata bloccata e sabato sono iniziati gli abbattimenti. Pochi giorni prima il servizio sanitario aveva fatto delle analisi che però avevano dato esito assolutamente negativo: nessuna infezione». Il caso verificatosi qualche tempo fa della morte per aviaria di alcuni volatici selvatici presso un laghetto di Castelfranco aveva messo in guardia gli allevatori: «Sappiamo che nel nostro settore c'è questo rischio - continua Letizia Menini - per questo abbiamo adottato tutte le misure per proteggere i nostri animali dal virus. Purtroppo non è servito». Difficile dire come è avvenuto il contagio: probabilmente l'intrusione causale di un uccello già ammalato. «Ci dispiace - continua l'allevatrice - perché lavoriamo con le tecniche più naturali possibili come il mangime biologico e le utilizziamo anche in fase di macellazione. Preferiamo la qualità alla quantità: anche per questo la nostra area di commercializzazione è molto vasta». Anche la Usl ha evidenziato che l'allevamento di Cristian Dallan era in ottime condizioni igienico-sanitarie: insomma l'aviaria
è stata una semplice fatalità. Ma l'azienda è gia pronta per ripartire: «A breve iniziamo la disinfestazione, poi ci sarà da aspettare il mese previsto dalla legge per riprendere gli allevamenti. Torneremo operativi già a febbraio».

Davide Nordio

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon