Quotidiani locali

LO HA DECISO IL CONSIGLIO COMUNALE 

L’imposta di soggiorno si pagherà anche a Farra di Soligo

FARRA DI SOLIGO. Con l’approvazione del punto all’ordine del giorno, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, anche il Comune di Farra di Soligo ha deciso di allinearsi con il D.l. 50/2017 e di...

FARRA DI SOLIGO. Con l’approvazione del punto all’ordine del giorno, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, anche il Comune di Farra di Soligo ha deciso di allinearsi con il D.l. 50/2017 e di istituire l’imposta di soggiorno per i turisti. «Che i nostri Comuni siano oramai un territorio turistico è un dato di fatto – ha spiegato il vicesindaco Silvia Spadetto – la candidatura del nostro territorio a patrimonio Unesco ne è la controprova. L’imposta ci servirà a coprire l’iscrizione di Farra all’O.G.D. (Organizzazioni di Gestione della Destinazione), strumento necessario e funzionale alla promozione turistica, assieme allo IAT di Valdobbiadene (Informazione Accoglienza Turistica) di cui facciamo parte e che a metà di gennaio 2018 si attiverà con il nuovo sito internet “Valdobbiadene.com” attraverso il quale saremo ben visibili in tutti i siti e motori di ricerca in materia di turismo». «Il 25 per cento dell’imposta – ha aggiunto Spadetto – servirà alla copertura di queste spese, mentre il restante 75 diventerà introito per il comune da utilizzare in altri servizi». L'importo della tassa rimane ancora da definire,
ma il vicesindaco preannuncia al riguardo un tavolo a cui siederanno tutti i rappresentanti dei vari Comuni aderenti della zona. Avrebbero già confermato di aderire alla trattativa Miane, Follina e Valdobbiadene: l'intento è quello di arrivare ad un'imposta omogenea. (r.m.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon