Quotidiani locali

Nervesa: braccio nell’impastatrice, bimbo di due anni liberato dai vigili

Nervesa della battaglia. Paura nella cucina di una pizzeria per un piccolo di due anni. Per fortuna il macchinario si è bloccato prima che l’arto riportasse lesioni

NERVESA. Paura all’interno delle cucine di una pizzeria di Nervesa per un bambino di poco più di due anni che era rimasto incastrato con il braccio all’interno di una impastatrice. Il piccolo è stato liberato dai vigili del fuoco e trasportato da un’ambulanza all’ospedale di Montebelluna dove, per fortuna, non rischia di perdere l’arto. Per i genitori si è trattato solamente di un grande spavento.

Il grave incidente si è verificato a metà pomeriggio martedì 21 novembre all’interno della cucina di una pizzeria di Nervesa. Il bambino evidentemente era stato lasciato solo e senza controllo e, per cause ancora in corso di accertamento, è improvvisamente rimasto incastrato con un braccio all’interno di un’impastatrice che era in funzione proprio in quel momento.

Fortunatamente il macchinario si è immediatamente bloccato non causando nessun danno all’arto. La madre è una dipendente della pizzeria e ha subito lanciato l’allarme. Per liberare l’arto del piccolo è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco di Montebelluna. I pompieri hanno dovuto lavorare con grandissima attenzione per evitare che il piccolo riportasse delle lesioni anche durante il processo di estrazione del braccio. Immediata è stata anche la telefonata alla centrale operativa del Suem 118 che ha mandato sul posto un’ambulanza. Il piccolo, illeso per miracolo, è stato quindi trasportato dal personale medico presso il pronto soccorso dell’ospedale di Montebelluna dove gli hanno medicato le ferite.

Preoccupatissima, come è ovvio, la madre del bambino. A provocare l’incidente è stato con tutta evidenza un momento di distrazione degli adulti. Fortunatamente però il macchinario si è bloccato non appena il bambino ha infilato il braccio al suo interno. È stato fondamentale anche l’intervento dei vigili del fuoco che sono riusciti a liberare in brevissimo tempo l’arto

che era rimasto bloccato nella macchina.

Il piccolo è stato comunque trattenuto all’interno del pronto soccorso dell’ospedale di Montebelluna per effettuare accertamenti. Probabilmente già oggi verrà rimandato a casa dove potrà abbracciare sua mamma.

 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon