Quotidiani locali

Commessa con il vizio dello spaccio: arrestata una 24enne a Mareno di Piave

Mareno di Piave. Nel corso dell'inchiesta, V.C., 24 anni, una commessa di Mareno di Piave (Treviso), domiciliata a Fiume Veneto (Pordenone), è stata sottoposta agli arresti domiciliari in quanto ritenuta responsabile di numerose cessioni di marijuana ed ecstasy

MARENO DI PIAVE. E' di una persona arrestata e di cinque denunce il bilancio di un'operazione dei carabinieri di Sacile finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. L'indagine si sviluppata tra Aviano e Polcenigo e ha permesso di sgominare un gruppo di sei persone (due italiani e quattro cittadini extracomunitari) dediti allo spaccio di ecstasy, eroina e marijuana.

Nel corso dell'inchiesta V.C., 24 anni, una commessa di Mareno di Piave (Treviso), domiciliata a Fiume Veneto (Pordenone), stata sottoposta agli arresti domiciliari in quanto ritenuta responsabile di numerose cessioni di marijuana ed ecstasy. Le sostanze sono state vendute a una decina di consumatori, anche minorenni, di Aviano e di altre località della provincia di Pordenone tra novembre 2016 e giugno scorso.

Nei guai per detenzione e cessione illecita di stupefacenti finito anche F.B., 22 anni, di Pordenone, disoccupato, gi indagato per reati specifici e contro il patrimonio: nel corso di una perquisizione nella sua abitazione stato trovato in possesso di 10 grammi di eroina e due bilancini di precisione.

Le indagini hanno permesso di risalire ad altri canali di approvvigionamento, in particolare della marijuana: a Udine, ieri mattina, con la collaborazione dei Carabineri del Norm della locale Compagnia, i militari delle stazioni di Aviano e Polcenigo hanno denunciato per detenzione un 21enne ucraino disoccupato, due 19enni del Mali, richiedenti asilo politico, e un ventenne somalo, anch'egli richiedente asilo.

Nelle loro case, individuate

come luoghi dello spaccio, sono stati rinvenuti 20 grammi di marijuana, gi confezionata e suddivisa in dosi da un grammo circa ciascuna. Oltre ai sei indagati sono state segnalate alle Prefetture di Pordenone, Treviso e Udine 20 persone come assuntori di stupefacenti.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro