Quotidiani locali

casale 

Trovata priva di vita in casa

Tragedia in un’abitazione di vicolo Poli: suicida per depressione

CASALE. Un parente trova una donna di 47 anni in un lago di sangue nel bagno di casa e chiama i carabinieri. È durato qualche ora il giallo del ritrovamento del cadavere di una donna di 47 anni di Casale sul Sile nella sua abitazione di vicolo Poli. Inizialmente ogni ipotesi è rimasta aperta finché poi il medico ha stabilito che si è trattato di un suicidio.

Il fatto è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri quando un uomo ha chiamato allarmato il centralino del 118, anche se la situazione appariva fin da subito irrimediabile. Quando sono arrivati sul posto, i sanitari hanno trovato il cadavere della donna con tagli ai polsi e alla gola.

A quel punto i sanitari del 118 hanno chiamato i carabinieri, come prassi in questi casi, in cui sono necessari accertamenti più approfonditi. Dopo qualche ora di accurati accertamenti i militari della stazione di Casale ed i colleghi della compagnia di Treviso hanno stabilito che si è purtroppo trattato di un gesto estremo da parte della donna, di 47 anni, che probabilmente da tempo soffriva di una forma di depressione. Non sono stati trovati biglietti che motivassero il gesto.

Proprio nel febbraio scorso, a pochi passi
dall’abitazione della donna, in via San Michele a Casale una guardia giurata di 29 anni aveva posto fine alla sua esistenza sparandosi un colpo di pistola alla testa. Dopo qualche giorno di agonia, l’uomo morì in un letto dell’ospedale Ca’Foncello di Treviso.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon