Quotidiani locali

volpago, appello di guizzo 

«Terna, giù i tralicci ma voglio i dettagli»

VOLPAGO. «Prima voglio vedere tutte le carte» : così dice Paolo Guizzo, sindaco di Volpago, dopo l’incontro avuto con Terna che ha rilanciato il progetto della stazione elettrica a Volpago per...

VOLPAGO. «Prima voglio vedere tutte le carte» : così dice Paolo Guizzo, sindaco di Volpago, dopo l’incontro avuto con Terna che ha rilanciato il progetto della stazione elettrica a Volpago per collegare i due elettrodotti Scorzè-Soverzene e Sandrigo-Udine per razionalizzare la distribuzione di energia elettrica nel trevigiano e nel veneziano.

Guizzo nella precedente legislatura, quando era all’opposizione, si era schierato contro quel progetto. Oggi da sindaco vuole prima vedere tutto nei dettagli perché ci sono delle modifiche non di poco conto rispetto alla vecchia ipotesi. «Le dimensioni della stazione elettrica rimarrebbero sempre quelle, dal momento che andrebbe a occupare un’area di 60 mila metri quadri all’interno di una cava – spiega il sindaco di Volpago – la novità invece è costituita dal fatto che affermano di realizzare 25 chilometri di cavi interrati per collegarsi alla stazione elettrica. Nel vecchio progetto si trattava tutte di linee aeree, invece ora si parla di interramento dei cavi e questa è una novità positiva. È positivo pure che vogliano incontrare la popolazione per spiegare il progetto prima di procedere. Quindi ci sono dei cambiamenti rispetto al progetto a cui mi ero opposto alcuni anni fa. Però voglio vedere tutti i dettagli».

Nel progetto Terna parla di 25 chilometri di cavi interrati per realizzare i raccordi alla stazione elettrica da costruire in cava a Volpago in località Belvedere, dove c’è il polo estrattivo volpaghese, parla anche di demolire più di 14 chilometri di vecchi elettrodotti, quasi tutti a ridosso dei centri abitati, liberando i comuni interessati da queste torri, demolizioni che riguardano i comuni di Trevignano, Volpago del Montello, Povegliano, Ponzano Veneto, Paese, Scorzé, Noale. Insomma, dal punto di vista ambientale un miglioramento del paesaggio tra cavi interrati e sostegni demoliti c’è.

Nei prossimi mesi sarà la gente di Volpago a dire la sua, quando Terna farà un incontro per illustrare il progetto e raccogliere suggerimenti, progetto
che la società motiva con la necessità di «migliorare la stabilità e la qualità della trasmissione elettrica locale adeguandola alle attuali esigenze del territorio, risolvendo le attuali limitazioni di esercizio e rendendo le reti più moderne, sicure ed efficienti». (e.f.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon