Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Oderzo. Nove mesi dopo il rogo del Parco Stella riapre il negozio Unieuro

Oderzo. Troverà posto sopra il supermercato Visotto, sospiro di sollievo per i dipendenti Verso la conclusione l’inchiesta sull’incendio al Parco Stella del febbraio scorso

ODERZO. È fatta per la riapertura del negozio Unieuro nel Parco Stella. Sulle vetrate che proteggono l’Ipermercato Visotto si può leggere un cartello blu con una scritta nera in bella evidenza. Il cartello ha solo poche parole: «Prossima apertura Unieuro al piano rialzato».

Sei parole per mettere fine all’incubo dei 30 lavoratori che la sera del 25 febbraio scorso avevano visto il proprio posto di lavoro andare letteralmente in fumo. I 30 dovrebbero riprendere a lavorare a Oderzo fra pochissi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

ODERZO. È fatta per la riapertura del negozio Unieuro nel Parco Stella. Sulle vetrate che proteggono l’Ipermercato Visotto si può leggere un cartello blu con una scritta nera in bella evidenza. Il cartello ha solo poche parole: «Prossima apertura Unieuro al piano rialzato».

Sei parole per mettere fine all’incubo dei 30 lavoratori che la sera del 25 febbraio scorso avevano visto il proprio posto di lavoro andare letteralmente in fumo. I 30 dovrebbero riprendere a lavorare a Oderzo fra pochissime settimane. Perché il negozio possa essere riaperto mancano solo le ultime rifiniture al reparto elettronica, ma queste piccole faccende non dovrebbero richiedere più di 15 giorni di lavoro.

La riapertura del negozio Unieuro sarà portata a termine nonostante l’amministrazione comunale non abbia accolto in tutto e per tutto le richieste avanzatele dalla proprietà, che già all’indomani del devastante incendio che aveva colpito tutta l’ala est del Parco aveva chiesto che l’intera area diventasse un centro commerciale (oggi è solo un parco).

La differenza è minima: i negozi sopra Visotto potrebbero avere degli accessi comuni, mentre oggi sono costretti ad averli separati. Una differenza che, sosteneva Uniero, è però fondamentale: il cambio di destinazione dell’area avrebbe comportato per la proprietà un aumento degli incassi pari ad oltre il 30 per cento. Negando la trasformazione del Parco Stella in centro commerciale, la giunta guidata da Maria Scardellato ha probabilmente voluto venire incontro alle richieste dei commercianti del centro storico e a quelle dell’Ascom opitergina, che si erano dette assolutamente contrarie alla creazione di un nuovo centro commerciale a Oderzo. Ma se da una parte la riapertura dell’hub di elettronica fa sperare per il meglio, dall’altra lo scheletro dell’ala est del Parco Stella resterà in piedi per un tempo ancora imprecisato.

I vigili del fuoco sono in procinto di consegnare alla Procura di Treviso la loro relazione sull’incendio divampato quasi 9 mesi fa, quando i negozi opitergini di Unieuro ed EuroBrico andarono in fumo in 15 minuti, causando milioni di euro di danni. Da subito i bene informati avevano fatto capire che i sistemi antincendio erano datati ed insufficienti per servire un’area così vasta, circostanza che può rendere difficili i pagamenti degli indennizzi assicurativi. Tocca alla Procura di Treviso fare finalmente chiarezza.