Quotidiani locali

la rassegna 2017-2018 

E il radicchio riparte con l’Umbria

Il Consorzio Ristoranti del Radicchio riapre la stagione che valorizza il Radicchio rosso di Treviso e il Variegato di Castelfranco IGP e si gemella con i sapori dell'Umbria. Dopo la partecipazione...

Il Consorzio Ristoranti del Radicchio riapre la stagione che valorizza il Radicchio rosso di Treviso e il Variegato di Castelfranco IGP e si gemella con i sapori dell'Umbria. Dopo la partecipazione con un proprio stand alla 38esima Mostra del Tartufo Bianco di Città di Castello, il gruppo, presieduto da Egidio Fior, si presenta ai buongustai trevigiani martedì 7 novembre (dalle 20), nell'anteprima della rassegna "Da novembre a febbraio a tavola nei Ristoranti del Radicchio", organizzata con la collaborazione del Best Western Premier BHR Treviso Hotel di Quinto di Treviso. La famiglia Basso ha messo a disposizione il proprio complesso alberghiero per allestire l'evento a ridosso della Tiramisù World Cup e dare così una linea di continuità tra il radicchio rosso, il Tiramisù e il Prosecco, tris di eccellenze della Marca Trevigiana.

"I Ristoranti del Radicchio incontrano l'Umbria. Dieci chef per dieci vini" è il tema del percorso gastronomico di degustazione tra isole del gusto, presidiate dagli chef del Consorzio e da Riccardo Aliceto del Divino Osteria Trevigiana, ristorante del BHR. L'Umbria, regione ricca di sapori e tradizioni gastronomiche, sarà rappresentata da Giorgione Barchiesi, noto cuoco, scrittore, gastronomo, ristoratore e conduttore di Gambero Rosso Channel, presente con una troupe. Ad accompagnare le proposte degli chef saranno alcune eccellenze enologiche di Veneto, Trentino Alto Adige e Austria, tra cui non mancherà una delle etichette più blasonate di Montelvini: lo Zuitèr Montello Docg 2012, il vino tipico della collina del Montello nelle Prealpi Trevigiane. Un vino che ha appena conquistato importanti traguardi, come l’assegnazione 4 Viti della Guida ai Vini d’Italia VITAE edita dall’Associazione Italiana Sommelier, a cui si affiancano i 4 Rosoni (valutazione da 91 a 100 punti) e il Ducato (valutazione della qualità in rapporto al prezzo all’origine) di Vinetia, la guida ai vini della regione di AIS Veneto.

Il nome deriva da “zuita”, in dialetto veneto la civetta, che popola e custodisce le “terre rosse” in cui nasce questo vino. Simbolo di saggezza, conoscenza, sensibilità, profezia e moderazione, la civetta è un rapace affascinante che si ritrova nel linguaggio simbolico di ogni cultura, anche nelle più antiche. Per questo Montelvini ha voluto ergerla a stemma aziendale poiché rappresenta la sapienza nel cogliere i migliori frutti di un territorio, la saggezza nel condurlo, il rispetto della natura e i suoi ritmi.

Ecco il calendario della rassegna: Hotel Fior di Castelfranco Veneto lunedì 13 novembre Radicchio d'Oro; ristorante Fior di Salvarosa di Castelfranco da lunedì 13 a domenica 19 novembre; ristorante Albertini di Visnadello di Villorba da lunedì 20 a domenica 26 novembre; ristorante alla Pasina di Dosson di Casier da lunedì 27 novembre a domenica 3 dicembre; Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago da lunedì 4 a domenica 10 dicembre; ristorante San Martino di Rio San Martino di Scorzè da lunedì 8 a domenica 14 gennaio; ristorante Al Migò di Treviso da lunedì 15 a domenica 21 gennaio; Locanda "Cappello" di Mel da lunedì 22 a
domenica 28 gennaio; ristorante da Gerry di Monfumo da lunedì 29 gennaio a domenica 4 febbraio; Antico Podere dei Conti di Susegana da lunedì 5 a domenica 11 febbraio. Collaborano Dolci tentazioni Dolcefreddo Moralberti di Candelù di Maserada e Cremerie Pedro Eis di Castelfranco Veneto.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon