Quotidiani locali

Treviso, arretrati per la tariffa fognaria. Allarme Adico: "Le somme potrebbero essere prescritte"

Avete ricevuto una richiesta di pagamento di “somme pregresse” da parte di Piave Servizi srl per la tariffa di fognatura e depurazione? Una parte dell’importo potrebbe essere prescritta. L’ufficio legale dell’Adico ha seguito il caso di un utente di Marcon al quale la società, operante nel Veneziano e soprattutto nel Trevigiano, ha richiesto il pagamento di 1.378,82 euro per il periodo che va dal 2006 al 2016

TREVISO. Avete ricevuto una richiesta di pagamento di “somme pregresse” da parte di Piave Servizi srl per la tariffa di fognatura e depurazione? Allora state attenti perché una parte dell’importo potrebbe essere prescritta. L’ufficio legale dell’Adico, infatti, ha seguito il caso di un utente di Marcon (Venezia) al quale la società, nata nel 2015 dall’incorporazione di Sile Piave spa e SISP srl e operante nel Veneziano e soprattutto nel Trevigiano, ha richiesto il pagamento di 1.378,82 euro per il periodo che va dal 2006 al 2016.

La società, con una missiva, ha spiegato al socio dell’Adico che, dopo aver effettuato alcune verifiche riguardanti gli allacciamenti della rete fognaria, ha riscontrato che “il fabbricato ove è ubicata la sua utenza è allacciato alla condotta di fognatura pubblica di via Fermi e convoglia direttamente le acque reflue urbane all’impianto di Quarto d’Altino”.

Da qui la “bolletta” di 1.378,82 euro, cifra per la quale Piave Servizi ha da subito annunciato la possibile rateizzazione. “L’utente di Marcon – spiega Carlo Garofolini, presidente dell’Adico – si è rivolto al nostro ufficio legale tramite il quale è stata subito contestata una parte di bolletta, dato che per queste “materie” vale la prescrizione quinquennale. I nostri esperti hanno chiesto di stornare gli importi antecedenti il 2012 ottenendo una risposta positiva da parte dell’azienda”.

Piave Servizi srl, infatti, ha accolto l’eccezione presentata da Adico dimezzando il credito a suo favore: l’importo richiesto è passato dunque da 1378,82 a 689,32 euro. Anche questa cifra rateizzabile. “Gli utenti che hanno ricevuto la richieste di pagamento delle somme pregresse per la tariffa fognaria e di depurazione – conclude Garofolini – devono sapere che una parte degli importi sono probabilmente prescritti. In questo caso il nostro consiglio è quello di rivolgersi al nostro ufficio legale per far valere le proprie ragioni”. L’azienda copre una parte di comuni del Veneziano (Marcon, Quarto d’Altino, Meolo) e una parte del Trevigiano (Cappella Maggiore, Casale sul Sile, Casier, Chiarano, Cimadolmo, Codognè, Colle Umberto, Conegliano, Fontanelle, Fregona, Gaiarine, Godea di Sant’Urbano, Gorgo al Monticano,

Mansuè, Mareno di Piave, Monastier, Motta di Livenza, Oderzo, Ormelle, Ponte Piave, Portobuffolè, Roncade, Salgareda, San Biagio di Callalta, San Fior, San Pietro di Feletto, San Polo di Piave, Santa Lucia di Piave, San Vendemiano, Sarmede, Silea, Susegana, Vazzola, Vittorio Veneto).

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori