Quotidiani locali

Moto e sidecar americani sfilata di solidarietà a Motta

MOTTA DI LIVENZA. Un convoglio di un centinaio di veicoli americani, tra auto e moto è partito domenica mattina primo ottobre da Meduna di Livenza. In occasione della festa della birra, si è svolta...

MOTTA DI LIVENZA. Un convoglio di un centinaio di veicoli americani, tra auto e moto è partito domenica mattina primo ottobre da Meduna di Livenza. In occasione della festa della birra, si è svolta per la prima volta, la manifestazione “Riding to Freedom”, organizzata dal gruppo Angry Eagles, club di auto americane di Motta di Livenza, in stretta collaborazione con l'Amministrazione comunale e la Pro Loco medunese. Fautrice dell'evento Samuela Lazzarotto, componente del club, che ha ideato una giornata di sensibilizzazione e di informazione riguardante l' Atassia di Friedreich, malattia neurodegenerativa che compare negli adolescenti e che danneggia in maniera irreparabile il corpo, portando il paziente all'immobilità e alla perdita di vista ed udito. Presenti all'evento quattro ragazze dell'associazione “Ogni giorno per Emma”, organizzazione fondata a Vascon di Carbonera da Emma Dalla Libera affetta da atassia. Le quattro ragazze sono state trasportate, chi in auto e chi in side car, fino a Portobuffolè, dove ad attendere il convoglio c'era il sindaco Andrea Susanna. Poi mezzi sono tornati a Meduna, dove ad aspettare i partecipanti c'era un ricco pranzo organizzato dai volontari della Pro Loco. Grande soddisfazione da parte del
sindaco Marica Fantuz, del presidente della Pro Loco Arnaldo Pitton e dei componenti del gruppo Angry Eagle per la numerosa partecipazione durante la manifestazione e per aver fatto provare un'esperienza diversa e di libertà alle quattro giovani ragazze.

Gloria Girardini

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon