Quotidiani locali

Meduna, stroncata da un tumore mamma di 44 anni

Melissa Murador, 44enne originaria di Meduna ma che da diversi anni abitava con il figlio a Oderzo, nella frazione di Faè, è morta nella notte tra venerdì e sabato. A stroncarla è stato un tumore ai polmoni inoperabile contro il quale ha combattuto per molti anni con coraggio e determinazione

MEDUNA DI LIVENZA. Si è spento nella notte fra venerdì e sabato lo splendido sorriso di Melissa Murador, 44enne originaria di Meduna ma che da diversi anni abitava con il figlio a Oderzo, nella frazione di Faè. A stroncarla è stato un tumore ai polmoni inoperabile contro il quale ha combattuto per molti anni con coraggio e determinazione, senza mai arrendersi. Melissa non era una di quelle persone che frequentano abitualmente la piazza.

Lei, come la sua famiglia, era riservata e teneva sempre un basso profilo in tutti gli aspetti della sua vita, e soprattutto nel dolore. Un atteggiamento che ha tenuto anche nella lotta contro il male: «La mia Melissa era una ragazza forte» la ricorda il papà Giancarlo, ancora sconvolto dalla perdita. La famiglia usa solo poche parole per raccontare l’inenarrabile. Il figlio che copriva di attenzione è sempre stato vicino alla mamma durante il drammatico decorso della malattia.

«Melissa era una donna piena di coraggio, come ha dimostrato anche quando le è stato diagnosticato il tumore ai polmoni» dice Arnaldo Pitton, presidente della Pro Loco di Meduna, il paese in cui ancora oggi abita la famiglia della giovane donna. Una perdita che ha scosso le comunità di Meduna e di Faè, entrambe colpite

da questa morte prematura. Stasera alle 20 si terrà un rosario nella chiesa di Meduna. Non sono ancora stati fissati invece i funerali, che però con ogni probabilità si svolgeranno sempre a Meduna domani pomeriggio. Melissa lascia il figlio, il papà Giancarlo, la mamma Ivana e una sorella.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon