Quotidiani locali

Crespano: l'auto si schianta sul muretto, ragazzo in Rianimazione

Crespano, auto con quattro giovani a bordo esce di strada: un diciannovenne finisce in rianimazione in condizioni critiche

CRESPANO. Uno schianto pauroso, con l’auto che sbatte violentemente contro il muretto di un’abitazione privata, e gli occupanti, tutti giovanissimi, che restano feriti e incoscienti all’interno dell’abitacolo. Bilancio finale di quattro ragazzi feriti, di cui uno in gravi condizioni ancora ricoverato in Rianimazione all’ospedale San Bartolo di Vicenza, in coma farmacologico.

Il boato dell’incidente ha svegliato, attorno alle 2 della notte tra martedì e mercoledì, i residenti di via Gherla, a Crespano del Grappa. Un lungo e stretto rettilineo con i campi da una parte e alcune case in pietra dall’altra, ed è proprio contro queste ultime, per cause ancora al vaglio degli inquirenti, che il mezzo con a bordo i quattro ragazzi (tre dei quali classe 1998, uno 1997) ha terminato la sua corsa. Non vi sono indizi di altri mezzi presenti in zona al momento dell’incidente, né di ostacoli imprevisti che possano aver giocato un brutto scherzo al conducente: l’incidente resta archiviato come fuoriuscita autonoma, l’auto è andata completamente distrutta. I soccorsi tempestivi, allertati dai residenti, hanno permesso di evitare la tragedia. I ragazzi, al momento dell’arrivo dei soccorsi, non erano coscienti: sul posto sono arrivate a sirene spiegate tre ambulanze (da Crespano, Bassano del Grappa e Montebelluna) e i vigili del fuoco per liberare i giovani dalle lamiere della loro vecchia utilitaria. Due dei feriti (A.B. e M.S., entrambi classe 1998) sono stati trasportati all’ospedale di Montebelluna, il terzo (P.C., classe 1997) a Castelfranco: le loro condizioni non sono gravi, e potranno tornare a casa dopo un periodo di osservazione breve.

Assai più critico lo stato del quarto ferito, D.S., classe 1998, che ha riportato varie ferite di grave entità e si trova ancora ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Vicenza; fortunatamente, non sarebbe in pericolo di vita. Tutti i ragazzi provengono dalla zona compresa tra Romano d’Ezzelino e Bassano del Grappa. La loro era stata una serata del

giorno di Ferragosto trascorsa in compagnia: «Stavano tornando da una cena sul Montello», ha raccontato il padre di uno dei feriti. Ora toccherà agli investigatori scoprire se alla base del pauroso incidente ci fosse qualche eccesso, un colpo di sonno o una banale distrazione.
 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon