Quotidiani locali

Rissa e insulti per il parcheggio al supermercato, tre feriti a Quinto

Quinto, tensione sabato sera al supermercato: lite furibonda per il posto auto, un uomo pestato e ricoverato al Ca’ Foncello

QUINTO. Sangue, mani alzate, carabinieri e ambulanze del Suem, con un bilancio finale di un ferito trasportato d’urgenza all’ospedale e altri due, più lievi, trattati sul posto: tutto per un parcheggio. Un vero parapiglia quello che si è scatenato sabato sera, attorno alle 19.30, nel parcheggio del supermercato Maxi di via Giorgione a Quinto, tra gli sguardi attoniti di clienti e residenti.

Un punto vendita di dimensioni ridotte, con gli stalli di sosta per le auto dei clienti disposti sui quattro lati dell’edificio, a ridosso anche di alcune abitazioni private. E proprio questa disposizione ha fatto sì che un residente, un giovane di origini straniere, sia andato in escandescenza notando un’auto parcheggiata su quello che, a suo dire, sarebbe stato uno spazio riservato alla sua abitazione. Il ragazzo è quindi sceso nel parcheggio del supermercato, affrontando a muso duro i due occupanti dell’auto. «A quel punto sembrava che la cosa si risolvesse subito», racconta uno dei testimoni che hanno assistito alla scena, «perché i due clienti del negozio si erano detti disponibili a spostare l’auto». Peccato che a quel punto, improvvisamente, la situazione sia degenerata, forse a causa di una parola di troppo, o di uno sguardo male interpretato: «Ho visto personalmente il ragazzo colpire i due clienti», racconta ancora il testimone, «assestando al primo una serie di calci, finché non è finito a terra, all’altro pugni sul collo e sul volto».

Immediato l’allarme a Suem 118 e carabinieri: in via Giorgione, pochi minuti dopo, si sono precipitate due ambulanze e tre pattuglie dell’Arma con i lampeggianti accesi. L’arrivo delle uniformi ha fatto sì che l’uomo si calmasse, ma la rissa aveva già lasciato a terra, letteralmente, i suoi feriti.

Il più grave un cittadino moldavo, T.N., classe 1966 e uno dei due clienti del supermercato, trovato dai soccorritori del Suem con un trauma facciale importante e con il volto completamente insanguinato, e portato subito al Ca’ Foncello di Treviso (se la caverà con qualche giorno di prognosi). Ferite più lievi, invece, per l’aggressore e per l’altro occupante dell’auto, che è stato

a sua volta accompagnato all’ospedale per accertamenti, mentre il ragazzo che ha innescato la rissa veniva ascoltato dai carabinieri. Toccherà agli uomini dell’Arma ora ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto, appurando le responsabilità di ognuno dei tre protagonisti.
 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri