Quotidiani locali

Lo scandalo di piazza Meschio a Vittorio Veneto: arriva Striscia la notizia 

L'assurda situazione di Piazza Meschio, con il cantiere di riqualificazione fermo da 8 anni, finirà in «Striscia la notizia».

VITTORIO VENETO. L'assurda situazione di Piazza Meschio, con il cantiere di riqualificazione fermo da 8 anni, finirà in «Striscia la notizia». Ma la notizia non è questa. E' che in otto anni solo ora il telegiornale satirico di Canale Cinque non si sia occupato del tema.

Anzi, che nessuno in città abbia invitato prima Moreno Morello, l'inviato approdato ieri pomeriggio a Meschio, suscitando curiosità e reazioni.

Per la verità, Fabiana Baldo, titolare di un salone di parrucchiera in via Armando Diaz, ci stava provando da tempo a smuovere le acque con il notiziario satirico. Finalmente c'è riuscita.

La commerciante ha anche invitato un po' di gente a presenziare, ma pochi hanno accettato di farsi riprendere, nonostante i ripetuti inviti di Morello.

Si è presentato sulla scena anche Graziano Carnelos, avvocato e consigliere comunale del Partito democratico, quindi di maggioranza. In un afflato di democrazia trasparente, lo hanno invitato a trascinare il sindaco Roberto Tonon perché spiegasse l'odissea di un lavoro pubblico iniziato male e mai concluso.

«Il sindaco, però, non l'ho trovato, era impegnato altrove. Ma immaginarsi se volevano avere anche la nostra versione, Nemmeno una domanda, mi hanno fatto...» ha spiegato Carnelos. Meglio così, perché anche lui si sarebbe sentito imbarazzato a rispondere.

Ad un anno dall'accordo tra Comune e Zurich sul completamento dei lavori, non un metro quadro di piazza è stato concluso.

Le parti sono ancora ai preliminari. E, comunque, se si muovono secondo l'intesa raggiunta, la Lega Nord è pronta ad impallinare il Comune con un ricorso alla Corte dei Conti per danno erariale. Il punto compiuto della situazione sarà fatto venerdì sera, nel consiglio di quartiere di Meschio, all'oratorio parrocchiale. Ci saranno anche esponenti della giunta Tonon. Ieri, da Morello, c'è stato chi si è augurato che la piazza sia pronta almeno per l'Adunata triveneta degli alpini, quella delle 120 mila penne nere e loro «aggregati», in agenda nel giugno 2018. Ma difficilmente il cantiere sarà completato, perché già oggi ha dei ricorsi in pendenza. Un miracolo, Morello permettendo, sarebbe comunque il benvenuto. 

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri