Quotidiani locali

Conegliano: Riccardo, tre anni e la sua lotta contro “la cosa senza nome”

La storia della malattia ma anche della sua grande vitalità. Sabato in Corte delle Rose il libro scritto dalla mamma

Conegliano: la storia di Riccardo, che lotta contro "la malattia senza nome" Riccardo è un bimbo di Conegliano di 3 anni e mezzo che ha una patologia "senza un nome". Dopo visite e ricoveri in ospedali in tutta Italia, nessuno ha saputo dire che malattia abbia. Di fatto però il misterioso male non gli ha consentito di avere uno sviluppo come i suoi coetanei, La mamma ha raccontato la loro storia in un blog che ha superato i 110mila contatti. Ora il blog è diventato un libro che verrà presentato sabato 13 maggio in Corte delle Rose. L'associazione Corte delle Rose, conosciuta la vicenda di Riccardo, ha voluto organizzare una grande festa (a cura di Damiano Mari) L'ARTICOLO

CONEGLIANO. La Festa della Mamma sabato a Conegliano sarà festeggiata con tanti bimbi e famiglie. Attorno a Riccardo, un bimbo coneglianese di 3 anni e mezzo, che ha una patologia "senza un nome", si è creata una comunità di solidarietà. La vitalità di Ricky ha conquistato tantissime persone. Un misterioso male non gli ha consentito di avere uno sviluppo come i suoi coetanei. Ma, da una situazione di difficoltà, lui e la sua famiglia si sono risollevati e la storia del piccolo è diventata un messaggio di speranza e di voglia di vivere. Mamma Chiara ha iniziato a raccontarsi in un blog, che ha superato i 110mila contatti. Riccardo non parla ma si esprime con gli occhi e il sorriso, cammina grazie ad un deambulatore chiamato "Grillo", si è fatto amare da maestre e amici della scuola materna de La Nostra Famiglia, che frequenta da alcuni mesi. Dopo visite e ricoveri in ospedali in tutta Italia, in cui non hanno trovato risposta alle loro domande, i genitori di Riccardo hanno deciso si smettere di porsi domande, ma di aprirsi alla vita. La migliore medicina è diventata l'amore di mamma Chiara e papà Francesco e l'affetto di tantissime persone che gli sono accanto.

Chiara, insegnante di scuola primaria, ha vinto la sua riservatezza, prima con gli amici, poi a novembre ha aperto anche un blog. «Inizialmente è stato un modo per sfogarmi, a me non era mai piaciuto scrivere», confida. La storia di Riccardo, il suo stupendo sorriso, i suoi occhi profondi, le sue piccole conquiste, i suoi progressi, i viaggi, ma soprattutto le emozioni, sono diventati "Noi contro questa cosa senza nome", ora è diventato un libro, che verrà presentato sabato alle ore 16 in Corte delle Rose. L'associazione Corte delle Rose, conosciuta la vicenda di Riccardo, ha voluto organizzare una grande festa che sarà dedicata a tutte le mamme ed i loro figli. Si è creata una catena di condivisione, con la collaborazione dell'Associazione Corte delle Rose, la libreria "Tralerighe", il Comune di Conegliano, Grafiche Battivelli e il coinvolgimento del gruppo giovani di San Pietro di Feletto. Quel giorno saranno presenti la Pasticceria Agatina's e Peccati di Gola che organizzeranno dei laboratori e sorprese per bambini, l'Azienda Vinicola Borgo Antico di Leonardo Marchesin che offrirà un brindisi, poi le prelibatezze di Corso Mazzini e Dolci Tentazioni che abbellirà Corte delle Rose con palloncini.

«Sabato, tra di noi, ci saranno mamme che stanno vivendo una situazione molto più difficile della mia e sorridono comunque - scrive Chiara - ci saranno mamme che io incontro a La Nostra Famiglia quotidianamente e quotidianamente mi chiedo se riuscirò mai ad avere la loro stessa forza, andando avanti con il tempo. Ci saranno mamme che, come me, scalano tutti i giorni una montagna ma semplicemente hanno deciso di non scriverlo, perché hanno scelto altri modi per sfogarsi».

La giovane mamma vuole che quel giorno siano protagonisti tutti i genitori. «Questo libro è per tutti loro, per tutti noi, mamme e papà speciali di bimbi speciali - spiega - le parole che troverete in quel libro hanno trovato la mia penna per uscire, ma vi assicuro che escono dal cuore di ciascuno di loro. Perché se voi parlaste con ciascuno di loro, se voi vi fermaste ad ascoltare il loro cuore vi farebbero emozionare molto più di quello che riesco a fare io con qualsiasi articolo».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista