Quotidiani locali

Gorgo al Monticano, casa funeraria per gestire il dolore ed elaborare il lutto

Nasce a Gorgo la prima iniziativa del genere nella Marca L’iniziativa è di un gruppo di imprese di pompe funebri

GORGO AL MONTICANO. Il funerale del futuro abita a Gorgo al Monticano. In via Postumia di Sala è stata presentata l’altra sera la prima «Casa funeraria» delle province di Treviso e Venezia, la seconda nel Veneto, promossa delle agenzie Onoranze funebri Zampieri e Servizi Frè.

Un modo sereno, umano e consolatorio di accompagnare il proprio caro nell'ultimo riposo, in un ambiente familiare e caldo. Si tratta dell'alternativa agli obitori, ambienti freddi e con severe restrizioni di orario: nella Casa funeraria il defunto può essere portato dall’agenzia di onoranze funebri e ricomposto, seguendo i trattamenti di vestizione e tanatocosmesi eseguita da un'esperta del settore che ha compiuto appositi studi per cercare di restituire al corpo del defunto una luce simile a quella che aveva in vita, in modo che i familiari possano avere un ricordo sereno del proprio caro. L'idea della Casa funeraria, frutto della collaborazione di diversi imprenditori del settore, è nata per offrire ai parenti una possibile sistemazione della persona scomparsa in una struttura bene organizzata, dal profilo elegante e sobrio. Negli ultimi anni sempre meno famiglie decidono di tenere i defunti nell’abitazione dove avviene la morte, durante il periodo che intercorre tra il decesso e la sepoltura.

La struttura ex novo si sviluppa in un fabbricato dallo stile austero, su una superficie di 500 metri quadri, offre una serie di servizi: ampio parcheggio, salette intime e confortevoli dove vegliare il defunto per tutto il tempo desiderato, un angolo dedicato ai bambini finalizzato a rapportarli in maniera serena con uno dei fenomeni più naturali al mondo, una stanza denominata sala del commiato che permette a parenti e amici di onorare il proprio caro e prima della partenza per le esequie potergli dedicare, per esempio, una lettura o un pensiero.

Un edificio sobrio e senza restrizione di orario che offre tutte le comodità per i parenti e gli amici che vegliano il corpo del caro. Oltre a dare la possibilità di ricevere un supporto psicologico per l' elaborazione del lutto, gli imprenditori hanno destinato una parte amministrativa e di servizi fiscali e legali che possono essere utilizzati dalla famiglia del defunto a titolo gratuito. Con la legge regionale del 2010, la giunta veneta ha variato le norme in materia funeraria, dando la possibilità di trasferire il defunto in modalità cassa aperta, durante il periodo di osservazione, negli obitori e nelle sale funerarie apposite che dovrebbero essere presenti in ogni cimitero comunale. Il fatto è che molti Comuni non sono dotati di obitori a norma e con i tempi che corrono preferiscono utilizzare le poche risorse economiche per offrire altri servizi ai cittadini.

Nella zona dell'Opitergino Mottense dopo la chiusura dell'obitorio di Motta di Livenza l'unica struttura rimasta, a parte qualche sala nelle case di riposo, è l' obitorio di Oderzo, dove la salma del defunto è visibile solo un paio d' ore prima del funerale. La Casa funeraria è una struttura al servizio delle onoranze funebri, che potranno usufruire dei servizi richiesti. L’altra sera hanno partecipato alla presentazione Lucio Brovedan della società Socrem di Udine che si occupa delle ultime disposizioni di volontà, il cerimoniere Alessandra Rizzi dell'Associazione Sentieri Luminosi, Davide Munaro del Gruppo Mazzini che si occuperà di servizi alle famiglie, Carmelo Pezzino che ha illustrato la normativa di riferimento. Numerosi gli impresari delle onoranze funebri presenti.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics