Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Montebelluna: i carabinieri scoprono la fabbrica della droga

A finire nei guai un artigiano incensurato e un disoccupato pregiudicato. Insieme avevano messo insieme un sistema di coltivazione "industriale": i militari hanno trovato una serra stabile tecnologicamente avanzata, con tanto di pareti rifrangenti in alluminio, umidificatori automatici, lampade per coltivazioni indoor

MONTEBELLUNA. I Carabinieri della Compagnia di Montebelluna hanno scoperto e sequestrato la fabbrica della droga. A finire nei guai un artigiano incensurato e un disoccupato pregiudicato. Insieme avevano messo insieme un sistema di coltivazione "industriale": a casa dell'artigiano i militari hanno trovato una serra stabile tecnologicamente avanzata, con tanto di pareti rifrangenti in alluminio, umidificatori automatici, lampade per coltivazioni indoor, misuratori di umidità, un impianto di v ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MONTEBELLUNA. I Carabinieri della Compagnia di Montebelluna hanno scoperto e sequestrato la fabbrica della droga. A finire nei guai un artigiano incensurato e un disoccupato pregiudicato. Insieme avevano messo insieme un sistema di coltivazione "industriale": a casa dell'artigiano i militari hanno trovato una serra stabile tecnologicamente avanzata, con tanto di pareti rifrangenti in alluminio, umidificatori automatici, lampade per coltivazioni indoor, misuratori di umidità, un impianto di ventilazione con filtri,  due incubatoi automatici dove venivano fatte crescere le piantine di marijuana. Poi hanno trovato 30 piante di marijuana in vaso e numerose confezioni di concime. 

Montebelluna: ecco la fabbrica della droga scoperta dai carabinieri

Il blitz è avvenuto al culmine di un’attività investigativa antidroga in merito allo spaccio di marijuana intrapresa  a Caerano San Marco e nell’immediato hinterland. S.N. (33enne) artigiano, incensurato e P.L. (56enne) disoccupato con precedenti per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti sono stati arrestati in flagranza di reato. 

I militari, dopo averli seguiti per parecchi giorni e verificato che i due incontravano, ripetutamente, nei bar e nei luoghi di ritrovo della zona, alcuni giovani noti quali consumatori di droghe leggere, nelle prime ore del mattino di sabato scorso, hanno deciso di effettuare delle perquisizioni nelle loro abitazioni rinvenendo e sequestrando la droga e tutto il necessario per coltivarla.