Quotidiani locali

Rifiuti, via al porta a porta: anche Oderzo si adegua

Il vicesindaco Sarri: «Cominceremo a promuovere incontri con i cittadini per spiegare a tutti il nuovo sistema cittadino di raccolta delle immondizie»

ODERZO. Raccolta dei rifiuti, si cambia. Come promesso in campagna elettorale, la nuova amministrazione comunale guidata dalla sindaca Maria Scardellato punta ad entrare nel sistema di raccolta porta a porta spinto, come tutti gli altri 44 comuni del bacino Savno. Ad oggi Oderzo resta l'unico comune, sui 44 del Consorzio, ancora con le piazzole ecologiche sparse nel territorio.

Una decisione, il porta a porta spinto, molto annunciata e parte essenziale del programma elettorale della Lega Nord. Il passaggio farà discutere perché impone un cambiamento delle abitudini degli opitergini. Il vicesindaco Michele Sarri conferma : «Come in più occasioni è stato annunciato, entro il 2017 anche ad Oderzo sarà introdotto il porta a porta spinto nella raccolta dei rifiuti. E' una nostra prerogativa, da sempre. Fin dal nostro insediamento, lo scorso mese di giugno, abbiamo provveduto a fare numerosi incontri con Savno per definire il passaggio che comporterà l'eliminazione delle attuali piazzole ecologiche dislocate nel territorio e l'introduzione dei nuovi strumenti per la raccolta porta a porta».

Quando oltre 15 anni fa si è avviato il servizio, le piazzole ecologiche erano 20, poi sono diventate 80. Ma gli spettacoli indecorosi dei rifiuti abbandonati dai cosidetti "ecovandali", erano stati fotografati in ogni angolo. Nonostante i tanti maleducati la raccolta differenziata era passata dal 5% degli anni '90 fino a superare l' 86 % del 2016. Oderzo era stato inserito nella classifica dei Comuni ricicloni e, con gli altri del Consorzio, premiato a Roma da Legambiente, nel 2015.Vincitore nazionale tra i consorzi era risultato il CIT Consorzio Igiene Territorio che, con l'83% di raccolta differenziata, era ai vertici nazionali.

«Fondamentale per il risultato- aveva affermato allora l'ex sindaco Pietro Dalla Libera- è stato il ruolo del Comune di Oderzo che, con oltre l' 80% di raccolta differenziata, non solo si è classificato al 2° posto per percentuale di RD nella categoria Comuni sopra i 10.000 abitanti, ma ha anche dato un contribuito rilevante ad alzare la media CIT, consentendo al Consorzio di conseguire l'ambito premio». Nel 2016 il residuo secco conferito pro capite dai 21mila abitanti di Oderzo, è stato di 58 Kg in media; i rifiuti urbani di 1,2 chili a testa. Ma le piazzole ecologiche continuano a far discutere. Da quest'anno,

spariranno. Fra poco inizieranno gli incontri pubblici con i cittadini per spiegare il nuovo sistema. Il vicesindaco Michele Sarri, afferma: «Ci saranno degli incontri informativi rivolti alla popolazione, sia nelle frazioni che in centro, in modo da fornire le corrette informazioni».

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista