Quotidiani locali

Fusione Godega-Orsago, un vertice

La lista di opposizione insiste nel progetto: «Il modo migliore di ridurre i costi»

GODEGA. Mancano pochi mesi al voto delle comunali e tra i temi al centro del dibattito ci saranno i costi e l'unione o la fusione con altri Comuni. Con un volantino il gruppo Generazione Godega ha di nuovo sollevato la questione della caserma dei carabinieri, la più importante opera pubblica realizzata dall'amministrazione Bonet. «È il federalismo al contrario, le spese a noi e gli incassi a Roma - sostiene il gruppo d'opposizione - Regione Veneto e Comune di Godega hanno speso per la caserma quasi 2 milioni di euro. Ringraziamo l'Arma dei carabinieri che svolge un importante ruolo per la nostra collettività». La contestazione della minoranza è su un progetto che era stato illustrato a "costo zero" e invece ha portato a delle spese, ad oggi ancora non chiuse in modo definitivo. Tra il Comune di Godega e l'impresa che aveva realizzato al grezzo l'opera, e poi abbandonato il cantiere, c’è una causa per pagamenti e risarcimenti. La ricetta per ridurre le spese di funzionamento dell'ente comunale, secondo Generazione Godega, è l'accorpamento dei Comuni. In questo senso, nei giorni scorsi, c'è stato un incontro informale con il gruppo "Orsago Paese Attivo", che

è sostenitore della fusione tra i Comuni. «Nel giro di dieci anni per il territorio di Godega si potrebbe avere un beneficio di 7 milioni di euro con una fusione con Orsago e Cordignano - spiegano da Generazione Godega -, 3 per il contenimento delle spese e 4 per finanziamenti». (di.b.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis