Quotidiani locali

il vademecum per i regali

Droni gettonatissimi le regole dell’Ipsia per l’uso senza rischi

CASTELFRANCO. Sono i droni il regalo più desiderato quest'anno. Ma il desiderio di volare può nascondere molti rischi, per sè è per gli altri. L'Ipsia Galilei (ormai una autorità in tema di...

CASTELFRANCO. Sono i droni il regalo più desiderato quest'anno. Ma il desiderio di volare può nascondere molti rischi, per sè è per gli altri. L'Ipsia Galilei (ormai una autorità in tema di robottini) insieme al Centro Nazionale Ricerche Saps dell'Università Unilink di Roma ha editato un vero e proprio vademecum intitolato “Droni sicuri”. «La diffusione dei droni sta crescendo esponenzialmente», spiega il prof. Daniele Pauletto (in foto con un’allieva), insegnante al Galilei e membro del comitato scientifico universitario, «È innegabile il fascino del drone che attraverso le fotocamere integrate permette di guardare il mondo da un altro punto di vista, telecomandandolo dallo smartphone. Tuttavia è importante saperlo usare». Questo anche alla luce dell’ampia varietà di modelli: si va da quelli che possono essere usati all'interno degli edifici a quelli ben più potenti per i quali serve una patente aeronautica. «La prima regola», continua Pauletto, «è scegliere un modello adatto all'età dell’utilizzatore. Fino ai 14 anni bisogna rimanere nella categoria giocattolo. Anche qui però è importante prestare attenzione ad alcuni accorgimenti: oltre alla marchiatura CE, scegliere modelli con eliche a protezione integrata per evitare ferite accidentali alle dita». Fondamentale non cedere alla tentazione di un modello non adatto alle proprie capacità: «Per chi è alle prime armi meglio un aeromodello di piccole dimensioni per fare le prime esperienze con rischi limitati». Attenzione ai termini simili tra aeromodello

e aeromobile, perchè la differenza è abissale. Se i primi sono di uso libero, i secondi, indicati anche con la sigla Sarp, ovvero Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto, devono rispettare le severe norme emanate dall’Enac anche per pilotarli: in buona sostanza, bisogna conseguire una patente.

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare