Menu

domenica in val palantina

Ambientalisti in raduno

FREGONA. Raduno degli ambientalisti, domenica 9 novembre, nella valle dell’orso, la Palatina, in Cansiglio. Con un preciso impegno dettato dagli organizzatori: la protesta dovrà essere silente per...

FREGONA. Raduno degli ambientalisti, domenica 9 novembre, nella valle dell’orso, la Palatina, in Cansiglio. Con un preciso impegno dettato dagli organizzatori: la protesta dovrà essere silente per non disturbare il plantigrado, probabilmente in letargo proprio a quelle alture. L’incontro è quello tradizionale di San Martino, anche il presidio si terrà nel solito sito di casera Palantina, con probabile ascesa all’omonima forcella. Ma da qualche mese questa è diventata la terra di Madi o del plantigrado che l’ha sostituito. Ripetutamente, infatti, è stato avvistato da queste parti, tra l’altro a poche decine di metri dalle radure frequentate da Mountain Wilderness, Ecoistituto, Cai, Legambiente e dalle altre associazioni che da oltre vent’anni danno vita all’appuntamento di metà autunno. A tema, dunque, la stabilizzazione del grande predatore nella foresta del Cansiglio.

Ma ci sono altri temi che alpinisti ed ambientalisti hanno messo a punto per il raduno che anche quest’anno potrebbe svolgersi sotto la neve (anticipata). Fra gli altri obiettivi, un rinnovato no al parco eolico in cima al monte Pizzoc, e no pure al progetto di collegamento fra il Cansiglio e Piancavallo. Vinta la battaglia perché non fosse ucciso neppure un cervo (il loro numero si è notevolmente ridotto, così pochi

sono stati i bramiti), gli organizzatori lanceranno dalla Val Palantina quella per salvare i daini, la cui presenza comincia a farsi notare anche all’ombra dei faggi. E, infine, la campagna per salvare gli abeti dai tagli pre-natalizi, per farne alberi da Natale in città.( f. d. m.)

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro