Quotidiani locali

Ecco l’app che indica quale bus prendere

Oltre a indicare i parcheggi o fare i biglietti, Mom introduce un’applicazione sui percorsi delle corriere

Come capire quale autobus prendere per andare dalla parte opposta delle città, o dove trovare un parcheggio libero. Mom ha creato un app per rispondere in tempo reale alle domande più frequenti delle persone che utilizzano il trasporto pubblico o i parcheggi della città. Si chiama Trevimove, ed è attiva da ieri solo per i cellulari e i tablet che hanno come sistema operativo Android. Tra 15 giorni sarà disponibile anche per iPhone e iPad. La applicazione rientra nel progetto Perht, finanziato per 700 mila euro dalla comunità europea, e che prevede anche il nuovo bike sharing, il taxi collettivo, e la colonnine per la ricarica elettrica delle auto, tra le altre cose. Intanto si è partiti con l’app.

Costruisci il tuo viaggio. Diventerà praticamente impossibile perdersi tra linee diverse e coincidenze. Nella app una sezione è infatti dedicata a “Pianifica il tuo viaggio”. Il funzionamento e l’interfaccia non sono molto diversi da quellu di google maps o di via Michelin. Basterà indicare l’indirizzo di partenza e quello di arrivo, e il sistema riconoscerà il tragitto più rapido. Indicherà quali autobus prendere, e in che orari. Oltre a poter suggerire eventualmente alcuni spostamenti in bicicletta, a piedi o in auto per andare alla fermata dell’autobus più vicina. Un servizio già in funzione per tutta la provincia.

Radar parcheggi. Dal telefonino sarà possibile sapere anche dove parcheggiare. L’applicazione aggiorna infatti ogni minuto la situazione degli stalli in centro storico. Sarà dunque possibile sapere, praticamente in tempo reale, quali e quanti parcheggi blu del TreviSosta sono liberi in quel momento, con relativo tariffario.

Biglietto senza misteri. L’app inoltre è in grado di fornire tutte le informazioni relative al proprio titolo di viaggio. È sufficiente avvicinare il proprio biglietto al telefono, per visualizzare quante corse rimangono o tra quanto tempo scadrà il valore del ticket. Un sistema che però non sarà utilizzabile con iPhone e iPad, in quanto la Apple ha scelto di non dotare i propri prodotti della tecnologia necessaria a sistemi come questo. Il cellulare sta diventando il mezzo più usato per acquistare i biglietti. «Cresce al ritmo di mille ticket al mese», spiega il direttore di Mom Giacomo Colladon. A settembre primo mese in cui il servizio era attivo sono stati fatti 2.400 biglietti tramite sms, a ottobre 4.000, a gennaio si è arrivati a 7.600.

Mai più attese. Nelle prossime settimane prenderà il via anche un sistema di informazione sull’orario

dell’autobus in tempo reale. Il sistema non è molto diverso da quello utilizzato per le metropolitane. Saranno installati degli schermi ad ogni fermata che indicheranno quanti minuti bisognerò ancora attendere per l’arrivo dell’autobus.

Federico Cipolla

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Treviso Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista